Banner

Padania, allenamento pre Europeo con Balo jr e lassessore-ultras Grittini




Articolo del: 14/06/2015 22:37:21

Giornata speciale oggi allo stadio comunale di Corbetta per l’arrivo della nazionale della Padania. Qui la squadra del ct Arturo Merlo ha svolto la rifinitura prima di andare in Ungheria a Debrecen agli Europei di calcio Conifa (confederazione dell’associazioni indipendenti di calcio), in programma dal 17 al 21 giugno. 


Nei 20 convocati della rappresentativa ci sono l’attaccante Enock Barwuah, fratello di Balotelli, e il portiere Riccardo Grittini, assessore all’ambiente di Corbetta, sotto accusa e poi assolto per i "buu" a Kevin Prince Boateng in occasione dell’amichevole tra Pro Patria e Milan a Busto Arsizio il 3 gennaio 2013. 


A fare gli onori di casa l’assessore allo Sport Gabriele Randolino: «Grazie alla Padania per aver scelto la nostra città e all’Asd Corbetta per aver concesso lo stadio». Non poteva mancare il patron dell’Asd Corbetta Renzo Bassetto: «Un onore aver una nazionale qui anche se ristretta nella nostra regione. Nella fila di questa squadra gioca un nostro ex giocatore Riccardo Grittini». 


Il team manager padano Fabio Cerini è fiduciso per la rassegna continentale: «Abbiamo una squadra forte. L’anno scorso non siamo andati ai Mondiali per un gol di scarto».


Il ct della selezione padana Merlo non fa proclami: Non sarà facile la vittoria. Dobbiamo assemblarci in poco tempo. Cercheremo di far bene. Non me la sentii di promettere la vittoria finale». Sulla squadra: «Ho a disposizione grandi giocatori, chiedo a loro disponibilità e spirito di sacrificio. Faremo un calcio propositivo, faremo noi la partita». L’Italia è stata inserita insieme all’Isola di Man e i Rom: «Siamo una squadra apolitica - precisa Cerini - la politica deve restare fuori. Qualche giornale ha voluto speculare sul nostro nome». Merli non si fida degli avversari: «Mettono in campo fisicità e qualità, non sono deboli». Nell’altro girone la Contea di Nizza, Felvidek e Szekelyfold conosciuta quest’ ultima come “La Terra dei Siculi”. 


Il capitano dei padani Stefano Tignosini ci crede: «Faremo del nostro meglio e speriamo di vincere. Sarà una bellissima esperienza». 


Ci saranno anche gli arbitri con una terna tutta padana. A rappresentarli a Corbetta c’è Andrea Macchi: «L’anno scorso ho avuto l’onore e l’onore di arbitrare la finale mondiali. Grazie alla Padania e Conifa per quest’opportunità». 


Alberto Rischio, direttore Conifa, racconta la rassegna: «Sarà la prima rassegna continentale. Conifa raggruppa 15 federazioni, l’ultima l’Armenia dell’Ovest. Ci basiamo tutto sul volontariato». 


Sarà un torneo in cui conterà ancora di più arrivare fino in fondo: «Le prime tre si qualificheranno di diritto ai Mondiali».



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net