Banner

Vandalismi ad Abbiategrasso, nel mirino anche la 'casa dell'acqua'




Articolo del: 15/02/2017 11:02:15

Atti di vandalismo senza motivo e senza senso. Stanno diventando un tormentone per le notti abbiatensi di qualche perditempo che evidentemente non trova di meglio che sfogare le sue ansie represse su ciò che è patrimonio di tutti. Fari puntati, la notte tra sabato e domenica scorsi, sul defibrillatore donato dalla Croce Azzurra al Comune e strappato dalla sua postazione di piazza Marconi da ignoti vandali che l'hanno poi gettato vicino alla fontana del Castello, nonché su arredi e fioriere davanti al Locale 21 di corso XX Settembre, spaccati e buttati a terra certamente dagli stessi personaggi.


Ma il bilancio non è finito: sempre nei giorni scorsi, qualcuno si è accanito (probabilmente con spranghe o pietre) contro il gazebo per l'erogazione dell'acqua che si trova sul marciapiedi tra piazza Garibaldi ed il Castello Visconteo. Risultato: due delle vetrate che (anche dopo i nostri solleciti) erano tornate al loro posto per impedire l'accesso notturno alla struttura, sono completamente crepate, e una delle due in particolare è stata staccata dai suoi supporti di ferro e costituisce un pericolo per chi va ad attingere acqua o per eventuali bambini che si avventurassero dentro il gazebo. 


Oltre a ciò, in tal modo la struttura è tornata ad essere accessibile anche dopo l'orario di chiusura delle saracinesche, perché attraverso le inferriate chiunque è in grado di passare e di introdursi all'interno anche per scopi diversi da quello di attingere acqua. Come i lettori ricorderanno, in passato era accaduto che qualcuno entrasse per rubare le monetine contenute nell'erogtore (con danni ben superiori al misero incasso), mentre una sera d'estate il gazebo si era trasformato nell'alcova di due amanti visti darsi da fare senza veli intorno alla mezzanotte da un passante allibito che denunciò l'accaduto al nostro giornale.


Redazione "Ordine e Libertà" (ogni venerdì nelle edicole)



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net