Banner

Garavaglia "spiega" il referendum sull'autonomia




Articolo del: 19/07/2017 16:50:35

«Regione Lombardia chiede ai cittadini: vogliamo continuare a subire tagli sul trasporto pubblico locale, sui libri di testo per le scuole, sulla sanità, o vogliamo dire che la Lombardia è speciale e, in quanto virtuosa, è in grado di investire di più?». Traduce così il significato del quesito referendario sull'autonomia in programma il 22 ottobre in Lombardia l'assessore regionale all'Economia, Crescita e Semplificazione Massimo Garavaglia intervenuto lunedì in diretta tv nel corso del programma “Orario continuato” trasmesso da Telelombardia. «Mi fa piacere - ha sottolineato l'esponente del Carroccio, nella foto con l'ex segretario nazionale della Lega Lombarda Giancarlo Giorgetti - che il tema non è più “politico” ma, dato che tutte le forze si sono dette d'accordo con chi ha sostenuto e promosso la consultazione referendaria, è diventato di carattere istituzionale, com'è giusto che sia. Con il referendum i cittadini lombardi chiedono rispetto: lo Stato ci dia più autonomia perché costiamo meno di tutti. Quindi basta tagli, vogliamo più risorse perché le sappiamo gestire meglio. E se le risorse sono gestite bene qui, ne trae beneficio tutto il Paese».


Ordine e Libertà” ogni venerdì in edicola



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net