Banner

Sette settimane per ricevere il giornale, poi ne arrivano cinque insieme. Abbonato denuncia il disservizio di Posteitaliane




Articolo del: 04/09/2017 18:32:37

Il signor Ilario De Giovanni è un abbiatense un po’ in là con l’età, ma ancora perfettamente attivo, autosufficiente e lucido, nel pieno delle proprie energie e che di tanto in tanto qui ad Abbiategrasso, in quella che è la sua città di origine, ci ritorna a visitare luoghi, a partecipare a iniziative e manifestazioni e soprattutto ad incontrare amici (da giovane fu anche lui un “Luisìn” dell’oratorio San Luigi affidato alle cure dell’indimenticabile don Ambrogio Palestra) e parenti (suo fratello maggiore è padre Stefano, già missionario in Argentina, ora sacerdote a riposo tornato ad abitare nella nostra città e che quest’anno ha spento 93 candeline e celebrato i 63 anni di ordinazione).


Oggi però, lunedì 4 settembre, il signor Ilario De Giovanni ha telefonato in redazione non per scambiare convenevoli o riaccendere ricordi, ma per segnalare, con estremo garbo e quasi con dispiacere, un disservizio «che - si è affrettato a sottolineare come a scusarsi del disturbo - non dipende certo dal giornale, ma purtroppo dalla posta».


Non è che ci si possa consolare del fatto che altri paesi stanno in condizioni ancora peggiori del nostro per quanto concerne appunto il servizio postale (che sempre più spesso è piuttosto un disservizio). Tuttavia può essere istruttivo sapere che alla frazione Zanco del Comune di Villadeati, in provincia di Alessandria, al nostro affezionato lettore originario di Abbiategrasso e che ora abita là ed è abbonato al giornale, questa mattina sono arrivate, tutte insieme, ben cinque copie della Libertà.


E se qualcuno avesse il dubbio che si sia trattato di un errore e che al nostro ex concittadino siano state spedite cinque copie della stessa edizione, dobbiamo purtroppo deluderlo: le cinque copie sono di altrettante edizioni diverse, la più recente andata in stampa lo scorso 19 agosto e la più… datata che risale addirittura al 21 luglio.


«Normalmente il giornale mi arriva dopo 8 o 10 giorni - racconta l’abbonato “dimenticato” da Posteitaliane - Ma di riceverne cinque tutti insieme, praticamente un mese e mezzo abbondante dopo l’uscita del primo, non mi era mai capitato… Ripeto, so che non dipende da voi. Ma siccome suppongo che Posteitaliane per queste consegne si faccia pagare, mi pareva corretto farvelo sapere». Supposizione esatta. E guai a ritardare un versamento, ovviamente anticipato!


Marco Aziani (“Ordine e Libertà”) - servizio sull’edizione da venerdì 8 settembre nelle edicole



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net