Banner

Infermiere al pronto soccorso del Fornaroli e maratoneta, Riccardo Gullotti racconta la sua ultima impresa e la dedica ai malati di Parkinson




Articolo del: 28/09/2017 15:52:15

Giorno e notte impegnato a salvare vite. E, nei pochi ritagli di tempo a disposizione, corre. La distanza più lunga, ossia la maratona. Riccardo Gullotti è un infermiere al pronto soccorso dell’ospedale Fornaroli di Magenta e per scaricare le tensioni ha scelto di correre. Ogni volta che porta a termine una maratona la considera una vittoria, anche se arriva dopo ore dal primo.


E la dedica a chi lotta contro la terribile malattia del Parkinson. L’ultima fatica Riccardo l’ha portata a termine domenica a Berlino. “Era la mia decima maratona – commenta – Ho cominciato per scherzo tre anni fa alla maratona di Roma, da lì è partita una passione che può capire solo chi nella sua vita ha corso almeno una volta la Maratona. Chi ha corso una maratona sa quanto paradossale e meravigliosa sia questa manifestazione, non è una sfida con altri ma con te stesso”. Spesso gli chiedono il perché di tanta fatica, come se non bastasse quella sul lavoro.


“La mia risposta è sempre uguale – continua - ognuno corre per mille motivi io ne ho uno. Dopo poco più di 4 ore circa di calvario, il traguardo ti accoglie con una tale soddisfazione che, dalle ferite del fisico e dell'anima, si libera una gioia incontenibile. Ti sembra di aver compiuto una impresa straordinaria e questa mia piccola vittoria va sempre a tutte quelle persone che ogni giorno lottano con sofferenza una battaglia più dura come il Parkinson che poco alla volta fa spegnere come una candela quelle persone a te care”.


Gra.Mas.


 



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net