Banner

Basilica semideserta per la veglia in preparazione della prima Giornata Mondiale dei Poveri dopo l'appello di papa Francesco rivolto anche a tutti gli uomini di buona volontà

http://www.bianews.it/img/Gchiesavuota.jpg



Articolo del: 06/11/2017 07:45:51

«Desidero che le comunità cristiane, nella settimana precedente la Giornata Mondiale dei Poveri, si impegnino a creare tanti momenti di incontro e di amicizia, di solidarietà e di aiuto concreto. A fondamento delle tante iniziative concrete che si potranno realizzare in questa Giornata ci sia sempre la preghiera. Non dimentichiamo che il Padre nostro è la preghiera dei poveri. Infatti il pane che si chiede è “nostro”, e ciò comporta condivisione, partecipazione e responsabilità comune».


Queste e molte altre esortazioni ha lanciato quest’anno papa Francesco che a conclusione del Giubileo della Misericordia decise di istituire, in occasione della festività di Cristo Re dell’Universo (domenica 5 novembre per i cristiani della diocesi ambrosiana), la prima Giornata Mondiale dei Poveri. 


Abbiategrasso ha provato timidamente a rispondere a tale appello del Papa. Le parrocchie della Comunità Pastorale San Carlo Borromeo avevano infatti proposto, come momento di preparazione alla nova ricorrenza voluta a Francesco, una veglia di preghiera, per la serata di venerdì scorso, 3 novembre, alla quale invitare in particolare tutte le persone impegnate nel servizio ai più bisognosi e più in generale tutti i rappresentanti del mondo del volontariato che ad Abbiategrasso mobilita folle e vede l’adesione e l’impegno di centinaia di persone attive in vari ambiti, dalla disabilità all’emergenza, dall’accoglienza alla solidarietà. 


Purtroppo l’esito, numericamente parlando, è stato decisamente scarso (come documenta la fotografia che pubblichiamo, scattata venerdì sera nella basilica di Santa Maria Nuova nel corso della veglia in questione). Ma si è trattato di un inizio ed è molto probabile che innanzitutto sia mancato un corretto modo di comunicare a monte per coinvolgere davvero la gente che nei fatti non manca, anche e soprattutto ad Abbiategrasso, di operare con concreta disponibilità verso i bisognosi della nostra stessa comunità e anche verso altri colpiti da varie emergenze.


Resta valido e vivo più che mai l’appello del Papa che, tra l’altro, chiarisce così nel suo messaggio per questa occasione lo scopo della Giornata Mondiale dei Poveri: «Essa intende stimolare in primo luogo i credenti perché reagiscano alla cultura dello scarto e dello spreco, facendo propria la cultura dell’incontro. Al tempo stesso l’invito è rivolto a tutti, indipendentemente dall’appartenenza religiosa, perché si aprano alla condivisione con i poveri in ogni forma di solidarietà, come segno concreto di fratellanza. Dio ha creato il cielo e la terra per tutti; sono gli uomini, purtroppo, che hanno innalzato confini, mura e recinti, tradendo il dono originario destinato all’umanità senza alcuna esclusione».


redazione "Ordine e Libertà" (ogni venerdì nelle edicole)



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net