Ordine e Libertá Arte - L'opera di Erica Bertolacci in mostra all'Annunciata: alla ricerca de "I Sette Specchi" seguendo l'intuito. Per ritrovar se stessi 
Banner

L'opera di Erica Bertolacci in mostra all'Annunciata: alla ricerca de "I Sette Specchi" seguendo l'intuito. Per ritrovar se stessi

http://www.bianews.it/img/Gsettespecchi.jpg



Articolo del: 18/12/2017 12:34:12

«Caro Sognatore, per vivere al meglio questo viaggio introspettivo che tocca le corde dell’infanzia e le magia delle fiabe, ti chiediamo di spegnere o di silenziare il cellulare»… Sembra una semplice comunicazione di servizio, ma è di fatto il saluto di benvenuto che il visitatore della mostra “I Sette Specchi”, inaugurata la sera di giovedì scorso, 14 dicembre, ad Abbiategrasso, negli spazi al piano superiore dell’ex convento dell’Annunciata, si ritrova di fronte dopo aver salito due rampe di scale e superato una tenda nera che lo introduce in un ambiente magico dal quale sente subito provenire profumi d’incenso e una musica di sottofondo che creano la giusta atmosfera.


«Il percorso è libero e individuale - dice ancora quel primo invito al visitatore/sognatore - Lasciati ispirare e segui il tuo intuito, e potrai entrare in relazione con ciò che incontrerai». Semplici parole stampate su un foglio con cura e buon gusto grafico. Ma in realtà molto di più: una traccia fedele, la suggestione di una promessa poi mantenuta, l’indicazione da seguire fiduciosi per lasciarsi rapire tutto il tempo necessario dalla bellezza di un ambiente straordinariamente valorizzato dalla mostra ideata ed allestita da Erica Bertolacci con il supporto e il patrocinio dell’associazione d’arte Artemisia. 


Che cosa vi si incontra? Oggetti appesi (libri, luci, installazioni artistiche ricavate da semplice strumenti di vita quotidiana. E naturalmente specchi); e poi foglie secche sistemate sul pavimento a regalare, calpestate o urtate o evitate che siano, emozioni e sensazioni da cogliere con l’orecchio teso e gli occhi spalancati in cerca di chissà che. Vi si incontrano ritratti. Gigantografie che hanno catturato volti, scene, natura, espressioni dell’animo umano. Ed epigrafi, dediche come altrettanti inviti alla riflessione, all’introspezione appunto. 


Ad esempio, in un sala raccolta lungo il lato destro del corridoio principale: «C’è bisogno di posti così, nel mondo. Di rifugi fantastici in cui ritrovarsi la sera. Servono luci accese attraverso grandi vetrate, dai cui riflessi si possa sbirciare l’atmosfera calda di una poltrona accanto al camino. Uno spazio nella mente in cui riposare, il profumo che percepisci un secondo per strada e ricorda quella torta che ti facevano da bambino, la casa sull’albero che non hai mai costruito e allora giocavi con la luce sotto le coperte, creando i tuoi rifugi tra sedie e cuscini. C’è bisogno di posti così, c’è bisogno di custodirli nel petto e lasciare che scaldino quando fuori è buio e freddo, quando la vita sembra un affanno inutile e non se ne vede la magia». 


Insomma, immergersi nella mostra “I Sette Specchi” della giovane e promettente artista abbiatense Erica Bertolacci è un piacere che riempie il cuore, è un’esperienza che trattiene e invoglia a ritornare, a riprendere da capo, a gustarsi ogni particolare rimanendo a contemplarlo. Toccando l'apice della meraviglia nella clip diretta e girata personalmente dall'artista e proiettata a ciclo continuo in una saletta in fondo al percorso peraltro, come detto, libero. E così quello che vi si trova, soprattutto, è l’occasione di perdersi, di smarrirsi, di lasciarsi guidare dal proprio intuito, appunto, per ritrovar se stessi. 


Sarà ancora possibile visitare “I Sette Specchi” di Erica Bertolacci by Artemisia, all’Annunciata di Abbiategrasso, via Pontida, fino a giovedì prossimo, 20 dicembre: oggi (lunedì 18), domani (martedì 19) e dopodomani (mercoledì 20) dalle 18 alle 22; giovedì 21 infine dalle 21 alle 23, con anche improvvisazioni teatrali. Ingresso sempre gratuito.


Marco Aziani ("Ordine e Libertà") - servizio sull'edizione da venerdì 22 dicembre nelle edicole



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net