Banner

Partiranno a breve i lavori di restauro dell'Assunta a Magenta, presentata la mostra nel Santuario




Articolo del: 27/12/2017 10:00:36

Si è concluso il lavoro di indagine conoscitivo per appurare lo stato di degrado del Santuario di Santa Maria Assunta a Magenta. La presentazione della mostra è avvenuta la vigilia di Natale con il parroco don Giuseppe Marinoni, il sindaco Chiara Calati, gli architetti incaricati del lavoro, Francesca Monno e Fabrizio Ispano.


“E’ uno stato di degrado elevato quello che affligge il santuario dell’Assunta – ha spiegato l’architetto Monno – abbiamo riscontrato infiltrazioni in diversi punti dell’edificio che renderanno laborioso il restauro”. I lavori, come ha precisato Paolo Bertoglio, per l’associazione Pietre Vive Onlus, cominceranno nel mese di febbraio o marzo del 2018: “Ci siamo costituiti – spiega – proprio con l’intento di salvaguardare non solo l’Assunta, ma l’intero patrimonio artistico della nostra città”. Ed è un patrimonio storico immenso quello che troviamo all’interno del Santuario magentino.


Dalle tavole del Bergognone e la pala con la nascita di sant’Anna, già restaurati magistralmente da Carmelo Lo Sardo, alle cappelle dei Celestini e quella dei Re Magi. Quest’ultima custodisce una tela di Johann Christoph Stoner, pittore tedesco attivo a Milano nella seconda metà del ‘600. E poi c’è una volta quattrocentesca, il punto più antico dell’edificio e tantissimo altro. “Il lavoro di restauro – aggiunge l’architetto Monno – riguarderà dapprima la muratura per passare poi agli affreschi. La nostra opera di indagine ha contemplato attività di semplice pulitura ed altre operazioni più invasive che consegneremo a chi, materialmente, realizzerà il restauro dell’edificio”.


La mostra contempla una decina di pannelli ed è stata illuminata grazie ad un lavoro minuzioso compiuto da Alessandro Fontana. Sono previste anche visite guidate con spiegazioni dell’architetto Monno per gruppi di 15 persone previa prenotazione.


Gra.Mas.


 



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net