Banner

SOS Annunciata, urge intervento di restauro su parte degli affreschi nell'ex chiesa: lavori affidati di nuovo alla ditta Pinin Brambilla Barcilon per un importo di 22 mila euro




Articolo del: 08/01/2018 00:57:40

Mentre si discute (e spesso si alimentano contrasti) sul suo futuro, ancora estremamente incerto, e soprattutto si cerca di immaginare i modi per poterlo mettere e reddito, a copertura dei costi di manutenzione ordinaria che ammontano su per giù alla bella somma di duecentomila euro all’anno, ecco che l’ex convento dell’Annunciata di Abbiategrasso presenta il conto sul fronte di un necessario e urgente intervento di manutenzione straordinaria.


Lo si scopre andando a consultare l’albo pretorio del Comune dove si trova, tra le altre, il testo della determinazione del dirigente del settore Servizi Tecnici, architetto Alberto Ambrosini, al quale tocca nell’occasione assumersi il ruolo sia di responsabile del procedimento che di direttore dei lavori, a proposito di un intervento di ripristino delle superfici intonacate ed affrescate presso la ex chiesa dell’Annunciata.


Viene infatti specificato nel testo di tale determinazione, datata 28 dicembre 2017, che «si rende necessario fare fronte tempestivamente ad un intervento di ripristino di alcune superfici affrescate ed intonacate presso la ex chiesa dell’Annunciata, in corrispondenza delle quali sono stati riscontrati problemi di distacco di frammenti di intonaco ed estensione dell’azione erosiva sulla parte pittorica».


L’amministrazione comunale ha ritenuto di affidare i lavori in questione in modo diretto (trattandosi di un impegno di spesa inferiore alla soglia massima prevista di 40 mila euro che anzi ammonta alla metà esatta, 20 mila euro, più l’ivi del 10 per cento) alla stessa dita che nell’anno 2006 aveva provveduto all’intervento generale di restauro del monumento in questione e delle sue parti affrescate.


Sarà pertanto, di nuovo a distanza di quasi 12 anni, la ditta Pinin Brambilla Barcilon Restauri di Brambilla Giuseppina di Milano, via Savona 43, ad eseguire la prestazione necessaria che il Comune, tramite la presente determinazione dirigenziale, le ha di fatto affidato per un costo totale di 22 mila euro, cosa che potrà comunque avvenire, in concreto, solo dopo che sarà stato acquisito dal Comune stesso il parere favorevole della competente Soprintendenza ai beni artistici per la Città Metropolitana di Milano. 


Marco Aziani (“Ordine e Libertà”) - servizio sull’edizione da venerdì 12 gennaio nelle edicole



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net