Banner

Da via Saba (Ertos) a viale Cavallotti e piazza Castello i riscontri dei lettori su #Abbiategrasso che brancola nel buio

http://www.bianews.it/img/Gsaba-marinetti.jpg



Articolo del: 09/01/2018 19:21:22

Se si aguzza la vista, ma tanto tanto, si riesce ad intravedere, o forse sarebbe meglio dire a intuire, che in questa fotografia pressoché nera scattata da una nostra lettrice intervenuta a proposito di «Abbiategrasso che brancola nel buio» è possibile scorgere, per terra, le tracce di strisce bianche che delimitano posti auto, anche se sembra davvero di essere in mezzo al deserto.


Invece l’area di sosta in questione è vicina a capannoni e abitazioni, al quartiere Ertos, precisamente nei pressi delle vie Umberto Saba e Filippo Tommaso Marinetti: «La situazione è così da mesi - ci scrive la lettrice che ha anche scattato la fotografia - Già siamo in una zona periferica e pericolosa di suo - aggiunge - immaginarsi se sia possibile per chi ci lavora andarci in bicicletta… E quando poi c’è nebbia, non parliamone!».


È solo una delle tante testimonianze e delle varie sottolineature che abbiamo raccolto lanciando la scorsa settimana un nostro articolo relativo alla momentanea situazione di emergenza venuta a crearsi in via Greppi, zona San Gaetano e parco Bersaglieri, della quale abbiamo pubblicato un’immagina scattata la...


... mattina di giovedì 4 gennaio per rimarcare che Abbiategrasso è (da troppo tempo ormai) una «città che brancola nel buio». 


Avendo invitato lettori del giornale Libertà e della nostra testata web bianews a segnalarci casi analoghi, siamo stati prontamente “accontentati”, a dimostrazione che il fenomeno è diffuso e presenta varie sfaccettature: dalle situazioni periferiche, come quella dell’Ertos (ma non per questo meno gravi visto appunto che ne va della sensazione di totale insicurezza patita da chi ci deve andare per lavoro), a quelle più “clamorose” e oggettivamente pericolose, dal punto di vista dell’incolumità degli utenti della strada, del pieno centro storico (basti dire del solito viale Cavallotti, teatro guarda caso di un recente incidente con investimento di un pedone una delle ultime sere del 2017, o perfino di piazza Castello, così estesa e inadeguatamente illuminata al punto da sembrare, non fosse per i locali che la animano, ma che sono tutti sul fronte via Cantù-via Motta, un luogo sinistro e per nulla invitante.


Marco Aziani (“Ordine e Libertà”) - servizio sull’edizione da venerdì 12 gennaio nelle edicole



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net