Banner

Cartoline dei nostri tempi... Luciano Milan e Giorgio Geroldi fotografano Magenta

http://www.bianews.it/img/GLuciano Milan.jpg



Articolo del: 12/01/2018 14:38:18

Non ci sono più le cartoline di una volta… sostituite da foto scattate con gli smartphone e corredate da sms e messaggi whatsapp. Quasi completamente sparite quelle immagini stampate su cartoncini postali, nate nella Francia del 1891; ricordi da spedire ad amici e parenti, per far conoscere i luoghi visitati vicini e lontani.


Così Luciano Milan e Giorgio Geroldi hanno immortalato la Magenta di oggi, hanno scattato immagini magiche da condividere con i magentini, hanno creato una sorta di cartoline storiche, del 2017.


Luciano, veneto approdato ad Abbiategrasso nel 1957 e trasferitosi a Magenta quarant’anni fa, è in pensione e coltiva la sua passione per la fotografia passeggiando per la sua città e raccogliendo immagine che sanno di fiabe e poesia. «Mi sono iscritto al gruppo Facebook “Sei di Magenta se …” e ho iniziato a pubblicare fotografie della nostra bella cittadina. Sono piaciute. In molti, privati, associazioni e anche enti pubblici, mi hanno chiesto di poterle utilizzare e sono stato ben felice di mettere la mia passione al servizio della città. Poi è nata l’idea, insieme al caro amico Giorgio, di raccogliere le immagini più significative e farne un calendario». Scelta difficile tra le centinaia di foto scattate, ha confessato.


Avevano pensato di realizzare il calendario per beneficienza, ma ci sono stati un po’ di intoppi burocratici, così per quest’anno ne hanno stampata una tiratura limitata, riservandosi di riprovare in futuro a raggiungere il loro obiettivo: «L’anno prossimo partiremo per tempo e cercheremo il canale giusto per vendere il calendario e raccogliere un piccolo fondo da devolvere in beneficienza».


Giorgio Geroldi, fotografo professionista, scrive sul suo profilo Facebook: «Scatto foto per non dimenticare»; Luciano Milan rivela: «Non mi piace raccontare scrivendo, ma mi piace farlo con le immagini»; insieme hanno cercato di far riscoprire Magenta a chi, vivendoci, non è più abituato a guardarla.


La prima edizione del loro calendario è per collezionisti; dodici foto legate al tempo che scorre, alle stagioni, alle ricorrenze annuali. Le prime trenta copie sono state “bruciate” in pochi giorni e ne è stata ordinata la ristampa; già esaurita anche quella. Speriamo di poterne avere una copia nel 2019.


Intanto le immagini di Magenta, bellissime, sono già un cult.


 


Paola Mazzullo


Tutte le notizie sull'edizione cartacea de La Libertà in edicola ogni venerdì


 


 


 


 



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net