Banner

Via dopo 90 giorni la giostra da piazza Cavour, dove andrà? Tornano liberi i posti auto, raddoppiano quelli per gli invalidi

http://www.bianews.it/img/Gvialagiostra.JPG



Articolo del: 05/02/2018 07:41:26

La giostra per bambini che alla fine di ottobre dello scorso anno aveva fatto la sua comparsa in piazza Cavour ad Abbiategrasso, nell’angolo a ridosso dell’incrocio tra corso XX Settembre e viale Serafino Dell’Uomo, a breve distanza dal chiosco della rivendita di giornali e riviste, è stata rimossa nei giorni scorsi.


Per l’esattezza, è stata smontata e portata via la mattina dello scorso giovedì, 1 febbraio. Data non certo casuale. Quando infatti avevamo dato notizia del suo arrivo sulla piazza, sia da queste pagine che poi su quelle del giornale “Ordine e Libertà”, era il 30 ottobre dello scorso anno. In quell’articolo si specificava che il permesso di permanenza decretato dal Comune di Abbiategrasso era di 45 giorni, salvo proroghe. 


Evidentemente una proroga c’era stata, a metà dicembre (cioè allo scadere dei 45 giorni) per un ulteriore periodo di pari durata. Si è così arrivati al 31 gennaio, data, stavolta, di sospensione definitiva del permesso di permanenza e di occupazione del suolo pubblico che, come certo i lettori ricorderanno, aveva anche implicato la creazione di nuovi stalli di sosta riservati ai portatori di handicap in sostituzione di quelli coperti dalla giostra.


Contestualmente, nel settore centrale della porzione della piazza più prossima a corso XX Settembre, due posti auto indicati dalle normali strisce blu per la sosta a pagamento erano stati cancellati per rendere più agevole la manovra gal automezzi in transito da un corridoio all’altro. Va anche osservato che quasi sempre gli automobilisti hanno continuato a servirsene, anche perché la segnaletica orizzontale, benché “cancellata” con la vernice nera, continuava a risultare ben visibile sull’asfalto e poteva trarre in inganno. 


Adesso comunque è plausibile che quelle strisce vengano nuovamente tinteggiate di blu, mentre per quanto concerne i posti auto riservati agli automobilisti in possesso del pass riservato agli invalidi è difficile immaginare che vengano cancellati quelli creati a novembre per supplire a quelli coperti dalla giostra, anche perché non si può escludere che questa venga in futuro riammessa in quell’angolo della piazza.


I suoi titolari, l’autunno scorso, avevano auspicato di poter lavorare a lungo in piazza Cavour, giudicandola comunque una soluzione migliore di quella concessa loro in precedenza all’interno del Parco della Repubblica (Fossa viscontea, tra corso Italia e viale Manzoni) dagli stessi ritenuta poco interessante e un po’ “punitiva”.


Il loro sogno, però, non era nemmeno quello di sistemarsi in piazza Cavour, consci dei problemi di carattere viabilistico e di sicurezza che si sarebbero potuti ingenerare, bensì di ritornare là dove, all’inizio degli anni Duemila, avevano lavorato bene, inserendosi in un contesto certamente più favorevole, ovvero tra corso Matteotti, viale Cavallotti, viale Negri e il monumento a Garibaldi. 


Non sappiamo al momento se abbiano scelto di trasferirsi altrove cercando miglior fortuna in qualche altro comune del territorio, oppure se stiano per fermarsi con la loro giostra nuovamente all’interno del parco pubblico che costeggia corso Italia vicino al semaforo. Ma rimarchiamo quella loro preferenza come positiva: certamente qualcosa di meglio rispetto ai due chioschi delle ex edicole che se ne stanno lì come fantasmi inutilizzati e a quanto pare inutilizzabili. 


Marco Aziani (“Ordine e Libertà”) - servizio sull’edizione da venerdì 9 febbraio nelle edicole


 



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net