Banner

«Imprescindibile la riapertura anche di notte del Pronto Soccorso di Abbiategrasso!». Il dottor Ceretti spiega perché e sferza il dg Lombardo, l'ex sindaco Arrara e quello attuale, Nai

http://www.bianews.it/img/Gceretticosadobbiamofare.JPG



Articolo del: 12/02/2018 14:22:37

«La riapertura del Pronto Soccorso dell’ospedale Cantù di Abbiategrasso anche nelle ore notturne è imprescindibile. È da essa infatti che deriva la possibilità concreta che l’ospedale stesso possa immaginare di avere un rilancio e non, al contrario, un naturale declino, come sta avvenendo». Parole di Arcangelo Ceretti, medico geriatra, ex direttore sanitario dell’Istituto Golgi, attuale figura di riferimento anche all’interno dello staff di specialisti della Fondazione Golgi Cenci il cui responsabile è il suo predecessore, dottor Antonio Guaita.


Ceretti lo afferma nell’intervista rilasciata questa mattina, lunedì 12 febbraio, a bianews.it e che comparirà per intero nell’edizione del nostro giornale “Ordine e Libertà” di venerdì prossimo, 16 febbraio. 


La sua tesi, supportata da dati e dalla sua esperienza professionale, è infatti che il dimezzamento delle ore di prestazione del Pronto Soccorso introdotto a dicembre 2016 e il rischio, in prospettiva, che addirittura tale servizio venga ulteriormente ridimensionato o cancellato, proprio ritenendo che la scelta più opportuna sia indirizzare  pazienti su quello di Magenta, stia portando ad uno svuotamento che passa attraverso la caduta di motivazione e di stimoli per i medici più bravi, che se ci sono tendono ad andarsene e se non ci sono se ne stanno alla larga.


L’intervista che Ceretti rilascia al nostro giornale arriva, non a caso, alla vigilia dell’assemblea che il Movimento per i Diritti del Cittadino Malato ha indetto per la sera di giovedì prossimo, 15 febbraio, con inizio alle 20.45 al Castello Visconteo, invitando tutti i cittadini e anche tutti i sindaci del Comuni dell’Abbiatense, in primis Cesare Nai, primo cittadino di Abbiategrasso, al centro di recenti polemiche per i suoi rapporti di amicizia con l’assessore regionale Giulio Gallera per nulla scalfiti dalla chiusura notturna del Pronto Soccorso contro la quale Nai è comunque formalmente schierato. 


«Trovo giustissimo che il Movimento del Malato abbia fatto questo passo - dice preliminarmente Ceretti - perché vuole che ci sia un’eco alla vigilia delle elezioni: è un passo importante in cui le scelte della politica possono diventare efficaci a proteggere, come hanno sostenuto e protetto l’evoluzione dell’ospedale in passato, compiendo ogni passo da posizioni che dal punto di vista politico erano distanti, sia di destra che di sinistra… Va dunque riaperta questa logica, il bene è un bene superiore alla destra e alla sinistra e pertanto va preso in considerazione… Chi non lo sostiene o non l’ha sostenuto, indipendentemente dalla sua collocazione politica, ha sbagliato».


A chi si riferisce in particolare?  «A un fatto, prima ancora che a delle persone: la Regione, prima di procedere azzonamenti, ha pubblicato per 6 mesi quelle che sarebbero state le novità e le modifiche chiedendo che venissero visionate quelle e segnalate eventuali criticità… Per quanto riguarda il Cantù, si stava per ritrovare con un bacino di utenza svuotato di 60 mila abitanti, ovvero Trezzano e Corsico, dirottati su Garbagnate Milanese.


Ed è poi quello che è avvenuto, senza che il dottor Massimo Lombardo, dg dell’Asst di Legnano dalla quale il Cantù dipende, abbia battuto ciglio. E senza che abbia fatto niente di davvero efficace nemmeno l’ex sindaco Gigi Arrara. Se adesso Nai non si mette saldamente alla guida della battaglia in difesa dell’ospedale che è prima di tutto di Abbiategrasso e che può portare benefici anche al territorio, per il semplice fatto di essere un sostenitore di Gallera, le cose andranno anche peggio di prima… Capisco che forse nella sua posizione non sia facile condurre la protesta e sollecitare con forza i vertici della Sanità e lo stesso assessore di Regione Lombardia, ma è assolutamente necessario».


Marco Aziani (“Ordine e Libertà”) - Intervista completa e approfondimenti sull’edizione da venerdì 16 febbraio nelle edicole



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net