Banner

Guerra ai rifiuti: Amaga avanti con la pulizia delle banchine, inicivili a segno in via Pellico

http://www.bianews.it/img/Gchipuliscechisporca.jpg



Articolo del: 19/02/2018 12:37:16

Dalla prima pagina del nostro giornale "Ordine e Libertà" di venerdì scorso, 16 febbraio, abbiamo raccolto l'appello lanciato da una lettrice che ci ha recapitato una fotografia (come tante ne stanno circolando da giorni sui social) delle sponde del Canale Scolmatore ricettacolo di sacchi di rifiuti e trasformate in discarica a cielo aperto dalle parti di via Ai Campi ad Abbiategrasso. Lì Amaga aveva già predisposto un intervento mirato di pulizia, ma è stata poi "stoppata" da Aipo (l'ente che ha competenza sul Canale e sulle sue alzaie) con l'impegno a farsene carico in prima persona. Quando, resta da capire...


Intanto però gli uomini di Amaga, proseguendo nel recepire le indicazioni che provengono loro sia dall'amministrazione comunale abbiatense, sia dal presidente Andrea Scotti e dal dg Elio Carini, in colaborazione con i colleghi di Navigli Ambiente dediti alla manutenzione del verde, stanno insistendo nell'opera di pulizia delle banchine delle principali strade di collegamento della città con i paesi limitrofi. In particolare nei giorni scorsi si sono occupati della via Ada Negri, inizio del tratto della statale 526 per Morimondo all'altezza del quartiere Ertos (la foto a sinistra mostra un particolare della situazione prima e dopo l'intervento).


Ma naturalmente anche gli incivili non demordono: da via Silvio Pellico un residente ci ha inviato questa mattina, lunedì 19 febbraio, l'altra foto che pubblichiamo e che ritrae una rete da letto singolo e l'anta di una finestra che qualcuno, la notte scorsa, non ha trovato di meglio che "parcheggiare" sul marciapiedi di quella strada, appoggiati al palo di sostegno di un lampione. 


L'iniziativa dell'amministrazione comunale che in Consiglio ha approvato, per iniziativa della maggioranza di centrodestra, di istituire le figure degli "osservatori civici" con compiti di controllo relativamente al decoro della città e al rispetto delle condzioni che ad esso possano contribuire, potrebbe avere come risvolto positivo quello di un aumento dell'attenzione per scoraggiare comportamenti che danneggiano l'immagine della città e, a lungo andare, nuocciono alla salute dei suoi abitanti.


Marco Aziani ("Ordine e Libertà") - servizio sull'edizione da venerdì 23 febbraio nelle edicole



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net