Banner

Venerdì al Castello l'invito a tutti i giovani per una serata ispirata al "Processo a Gesù" di Diego Fabbri

http://www.bianews.it/img/Gaaalprocesoagesu.jpg



Articolo del: 06/03/2018 07:54:58

«Esempio coinvolgente di teatro nel teatro, l'opera “Processo a Gesù” scritta tra il 1952 e il 1954 dal drammaturgo forlivese Diego Fabbri (1911-1980) e messa in scena per la prima volta al Piccolo Teatro di Milano nel 1955, è la storia di un gruppo di attori ebrei che recita quel processo di venti secoli fa tra la gente di oggi.


Perché? Erano, quegli attori ebrei, assillati da alcuni interrogativi storici, particolarmente pressanti subito dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale. Ma la sorpresa straordinaria è che, pur sganciato da quel contesto storico, il testo di Fabbri è ancora monito e richiamo per la ricerca della verità. Quella non facile e vendibile, ma che va cercata, con sofferenza, dentro l'animo umano».


Stralci preziosi di una recensione pubblicata qualche anno fa, nella ricorrenza del centenario della nascita dell’autore, nelle pagine culturali del quotidiano economico “Il Sole 24 ore”. Preziosi perché proprio a quel “Processo a Gesù” si sono ispirati i giovani della comunità dell’oratorio San Gaetano di Abbiategrasso i quali, nel contesto del percorso quaresimale in corso, invitano tutti i giovani della città e tutti coloro che hanno a cuore il tema della “verità” a trascorrere un pezzo di una serata diversa dalle solite.


L’appuntamento, rivolto in particolare e ragazze e ragazzi ma aperto a tutti, è per il prossimo venerdì 9 marzo alle 21 nella sala consiliare del Castello Visconteo, che ben si presta alla possibilità di celebrare un processo. 


Sicuramente più appassionante della più intrigante puntata di “Un giorno in pretura”, la rappresentazione di questa riflessione ad alta voce che si rifà al celebre testo di Diego Fabbri prenderà spunto da una serie di interrogativi che, per quanto possano sembrare a prima vista di poco interesse perché appartenenti al passato, conservano tutta la loro “carica esplosiva” per quanti vi si pongono di fronte con onestà intellettuale e genuina curiosità.


«Che cosa accadde la notte in cui Gesù fu processato? Perché Gesù fu condannato a morte? Perché fu tradito e lasciato solo? E oggi che cosa avverrebbe? Ma soprattutto, che cosa rappresentava Gesù duemila anni fa e chi è Gesù, oggi, per ciascuno di noi?».


Letture e riflessioni su questi temi prendendo spunto dal testo teatrale di Diego Fabbri saranno il piatto forte della serata, ospitata per una volta in una sede istituzionale, per favorire la partecipazione di coloro che non sono avvezzi a frequentare gli ambienti parrocchiali e in generale di tutti quelli che sono in sincera e vivace ricerca della verità. 


Redazione “Ordine e Libertà” (ogni venerdì nelle edicole)



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net