Banner

Sabato pomeriggio il funerale di Giovanni Grottoli. Da oggi camera ardente a casa, in via Gobetti

http://www.bianews.it/img/Ggiocaprera.jpg



Articolo del: 08/03/2018 12:52:37

«Il Giovanni aveva un cuore più grande ancora di lui... Ha sempre messo gli altri avanti a sé, prima badava a chi gli stava attorno e solo per ultimo si metteva lui... Un buono. Un generoso. E un ragazzo dalla simpatia contagiosa. Le sue parole più ricorrenti? "Ascolta, adesso ti spiego: il Giovanni è sempre il migliore... Ciao-ciao-ciao-ciao-ciao!"».


Così lo ricordano in famiglia. Così ne parla al telefono la sorella Luisa, con la voce rotta dal pianto. Giovanni Grottoli è morto ieri all'ospedale di Legnano. L'avevano trovato in casa la sera prima, privo di sensi, e avevano chiamato immediatamente il 118. La corsa all'ospedale di Magenta, in Pronto Soccorso. Poi il trasferimento a Legnano, per tentare l'mpossibile. E ieri pomeriggio, giovedì 7 marzo, la parola fine alla sua troppo breve esistenza terrena.


Avrebbe compiuto i 43 anni a maggio. Abitava da solo, nella casa dove era cresciuto bambino con i suoi genitori e tutta la famiglia. Proprio lì, in via Gobetti, in quella casa le cui finestre affacciano su via Toti, dal pomeriggio di oggi sarà allestita la camera ardente e coloro che vorranno fargli visita e portare consolazione e solidarietà a sorelle, fratelli e parenti, potranno andarci fino a sera e poi anche domani.


Il funerale è stato infatti fissato, presso la chiesa di San Pietro Apostolo, a poche centinaia di metri da casa, per il pomeriggio di sabato 10 marzo alle ore 15. Saranno in tantissimi a volerci essere per dirgli ciao per l'ultima volta.


Redazione "Ordine e Libertà" - ogni venerdì nelle edicole 



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net