Banner

Giovanna e Angelo lasciano "L'Altra Cartoleria": «È stato bello ed emozionante. Ora è tempo di nuovi percorsi...»

http://www.bianews.it/img/GAngelo e Giovanna.jpg



Articolo del: 14/03/2018 08:18:33

Ultimi giorni di attività per L'Altra Cartoleria di via Borsani ad Abbiategrasso. È in corso da qualche settimana lo "svuota tutto" che culminerà nella fatidica giornata di sabato 31 marzo, quest'anno vigilia di Pasqua. Poi per Giovanna Giunta e Angelo Parini arriverà il sospirato giorno dell'inizio di un nuovo cammino, di nuove prospettive non più lavorative (lui in realtà sarebbe in pensione già da 7 anni, con 49 di contributi versati, e lei da 22, dopo averne trascorsi poco meno come impiegata altrove, è titolare di questo originale negozio che ha saputo imporsi sulla non facile piazza di Abbiategrasso), ma di crescita culturale e di meritato riposo.


«La coincidenza che cogliamo - racconta Giovanna, sorridente e pacata come sempre, con uno stile che tanta parte ha avuto nel successo della sua impresa - è anche quella dell'uscita di casa di nostro figlio che si è laureato e ora ha deciso di andare a vivere con la sua ragazza - ma soprattutto la decisione matura per il nostro bisogno di non rimanere a... invecchiare dietro il banco. Certamente qualche lacrima la verseremo quando ci chiuderemo la porta dietro le spalle per l'ultima volta, ma siamo soddisfatti per tutto quelo che è stato e più contenti di imboccare un nuovo tratto di strada».


Lacrime. Come quelle, tante, che Giovanna non si vergogna a raccontare di aver versato nei primi tre anni di quella che era all'epoca la sua nuova attività: «Mi ero decisa a lasciare il lavoro come impiegata per il bisogno che sentivo di fare qualcosa di più creativo, di mettere a frutto la mia manualità... Ma gli articoli introdotti accanto a una parte di cartoleria ancora tradizionale, come fiori ed oggettistica di carta che peraltro all'epoca non facevo io, ma acquistavo per rivenderli, non attecchivano. E così, spesso e volentieri, rientrando a casa la sera mi mettevo a piangere constatando che il negozio non partiva, non partiva...».


Dopo tre anni, una prima grande e coraggiosa svolta: azzerare la cartoleria tradizionale, eliminare il bancone di un tempo, individuare fornitori italiani (una in particolare) per oggetti da rivendere con un rapporto qualità-prezzo davvero interessante e soprattutto iniziare davvero a mettere a frutto il talento creativo e la manualità fino a quel momento rimasti inespressi. E l'avventura allora è inziata davvero.


E oggi? «Certo, come tutti la crisi l'abbiamo sentita anche noi - dice Giovanna - dopo anni straordinari (2007-2010) nei quali non riuscivamo neanche a starci dietro al lavoro, tante erano le richieste. Di tutti i generi. Perché Angelo, dal 2001, si era messo ad affiancare l'attività, che si rivolgeva tanto anche agli sposi, proponendo originalissimi servizi fotografici per cerimonie di quel genere. Ma anche con la crisi ce la caviamo tuttora con buona soddisfazione. Il negozio potrebbe assolutamente continuare, se qualcuno avesse voglia e passione per proseguire. Per noi è giunto il momento di salutare».


Marco Aziani - "Ordine e Libertà" (segue sull'edizione da venerdì 16 marzo nelle edicole)



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net