Ordine e Libertá Raccolta rifiuti - Le case comunali di via Legnano e quei rifiuti ingombranti "dimenticati" in cortile 
Banner

Le case comunali di via Legnano e quei rifiuti ingombranti "dimenticati" in cortile

http://www.bianews.it/img/Grifiuticortilelegnano.jpg



Articolo del: 23/04/2018 16:19:26

L’ammucchiata di mobili, suppellettili, materiali edili e perfino sanitari dismessi, tra i quali in pole position si fa notare un vaso della toilette, stavolta non fa bella mostra di sé per strada o magari (come capita più di quanto non si immagini) in aperta campagna, tra fossi e boschetti.


In questo caso, che ci viene segnalato da un lettore che dice di avere già sollecitato più e più volte i competenti uffici, tutte quelle cose e molte altre sono accatastate dentro un cortile di via Legnano, all’inizio, lato sinistro, praticamente a breve distanza da via San Giovanni Bosco ed esattamente di fronte a via Turati.


Si tratta del cortile all’interno del quale si affacciano alloggi di proprietà del Comune di Abbiategrasso, già sede in passato anche di una comunità di prima accoglienza per minori assegnati al Comune dal Tribunale, provenienti da famiglie in difficoltà e in quanto tali posti sotto la tutela dell’ente pubblico e assistiti da operatori ed educatori di una cooperativa sociale che adesso non c’è più. 


Qualche tempo fa in uno di quegli alloggi ha perso la vita prematuramente e improvvisamente a causa di un malore che non gli ha lasciato scampo un inquilino sulla quarantina. E così nelle settimane seguenti, dovendo liberare la casa per metterla nelle disponibilità di una nuova famiglia assegnataria, gli incaricati del Comune l’hanno svuotata, sistemando tutto quello che conteneva accanto alla parete esterna affacciata nel cortile, di fronte allo scivolo che porta nei box del seminterrato. 


«A parte il fatto che quei rifiuti ingombranti non rappresentano certo un bello spettacolo - dice il nostro interlocutore che ci ha fornito anche le foto del caso - ho personalmente segnalato in Comune la necessità di rimuoverli anche perché non siano di intralcio al passaggio delle macchine che scendono nei box sotterranei o che ne emergono per dirigersi proprio sulla via Legnano. E soprattutto ho fatto presente che in quel cortile ogni giorno, con la bella stagione, ci sono bambini intenti a giocare, i quali rischiano pure di farsi male a causa di quella catasta».


L’auspicio del nostro lettore, che abita a sua volta da quelle parti, è dunque che gli ingombranti in questione vengano rimossi quanto prima, ritenendo che all’origine del permanere della catasta in quel punto del cortile vi sia la mancata comunicazione tra uffici comunali e servizio di raccolta e di smaltimento dei rifiuti.


Marco Aziani (“Ordine e Libertà”) - ogni venerdì nelle edicole



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net