Banner

Portofranco, ci sarà Paolo Cevoli il 10 maggio alla festa di fine anno per ripartire con rinnovato impegno

http://www.bianews.it/img/Gportocevoli.jpg



Articolo del: 04/05/2018 16:26:35

Ci sarà anche l’attore comico Paolo Cevoli (nel riquadro: memorabili i suoi esordi a Zelig col personaggio dell’assessore alle attività varie ed eventuali) alla festa di fine anno scolastico dell’associazione Portofranco che si terrà giovedì prossimo, 10 maggio, nella sede di via Giramo 19 Abbiategrasso a partire dalle ore 17.


Una festa aperta a tutti, che intende essere piena di gioia e di gratitudine per un anno in cui Portofranco si è impegnato per stare all'altezza del bisogno che si è fatto presente con molta urgenza e con una richiesta sempre più stringente di attenzione e di disponibilità. Portofranco quest'anno ha svolto la sua attività in diverse direzioni: la più importante è quella ormai consolidata di risposta al bisogno di chi si trova in difficoltà nello studio e che ha avuto una richiesta di circa 130 giovani tra studenti e studentesse. 


Ma i volontari di Portofranco, attenti ai nuovi bisogni che emergono, hanno svolto il loro intervento anche in altre direzioni: la prima è quella degli stranieri che arrivano in Italia e sono catapultati nella scuola senza conoscere la nostra lingua se non eventualmente in modo parziale, non sufficiente ad affrontare un corso di studi; la seconda è quella della dislessia. alla quale i volontari di Portofranco hanno dedicato una particolare attenzione. 


«Per gli stranieri che frequentano la scuola palesando difficoltà linguistiche - spiega uno dei docenti che offrono la propria opera come volontari - Portofranco ha organizzato un corso di italiano, che si è rivelato un luogo di aiuto non solo a livello linguistico, ma anche a livello umano, a conferma del fatto che sempre, quando si affronta un bisogno, si prende sul serio tutto dell'altro e lo si accompagna dentro le problematiche della vita». 


E per il problema della dislessia? «Si è organizzato un corso di formazione assieme all'associazione La Tribù - spiegano ancora in via Giramo - proponendo alle famiglie uno sportello help apposito, un punto di riferimento dove può rivolgersi chiunque ne abbia bisogno. Affrontando la problematica della dislessia si è aperta una collaborazione con la Tribù, e questo è molto significativo perché indica una prospettiva che il volontariato dovrebbe sempre più percorrere, ovvero quella di costruire insieme la risposta al bisogno che è sempre maggiore delle possibilità che ognuno ha». 


Con la Festa del 10 maggio Portofranco vuole affermare la positività del metodo che l’associazione stessa mette in atto di fronte ai bisogni, che ha come punto di forza la condivisione, uno sguardo all'altro per tutto quello che è e che rappresenta.  «Qui sta l'originalità di Portofranco - conclude il prof volontario - Saper abbracciare l'altro e saperlo accompagnare in un cammino in cui l’imparare a studiare e l’aver stima di sé si fondono in una unità affascinante».


La Festa “di fine anno” in via Giramo con il comico Paolo Cevoli non significa però che Portofranco chiuda i battenti: vi è ancora un mese di lavoro per fare tutto il possibile per aiutare gli studenti e le studentesse a concludere positivamente l'anno. E poi vi sarà l'impegno estivo: Portofranco non abbandona infatti gli studenti o le studentesse che avranno i debiti da recuperare a settembre, ma li accompagnerà per superare l'ultimo ostacolo dell'anno scolastico.  


Redazione “Ordine e Libertà” - ogni venerdì nelle edicole


 



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net