Banner

650 chilometri di corsa lungo il Po per il professor Mordenti per salvare l'anguilla: presentata l'impresa nella sede del Parco del Ticino

http://www.bianews.it/img/GUltrarunparco.jpg



Articolo del: 15/05/2018 19:56:41

Correre per salvare l’anguilla. Anni fa il Po e il Ticino erano pieni zeppi di anguille. Un pesce prelibato e apprezzato sulle tavole delle trattorie. Oggi è quasi scomparso. A Oliver Mordenti, ricercatore presso il corso di Laurea in Acquacoltura dell’università di Bologna, è venuta un’idea. Correre per ben 650 chilometri lungo l’intera asta del Po per raccogliere fondi a favore della ricerca sull’anguilla. L’impresa è stata presentata oggi nella sede del Parco del Ticino a Pontevecchio di Magenta. Il professor Mordenti non è certo alle prime armi nel mondo della corsa.


Anzi, la sua passione è proprio quella delle ultra maratone. Dalla distanza classica dei 42 chilometri e 195 metri è passato alle corse lunghissime, molte nel deserto africano in condizioni climatiche ben più difficoltose di quelle che si troverà ad affrontare dal 24 maggio. Data in cui ha fissato la partenza dalla sorgente di Pian del Re fino a Pila del Po sul mare Adriatico. Il gruppo di ricerca del professor Mordenti è uno dei pochi al mondo ad avere messo a punto un protocollo in grado di riprodurre in cattività questo pesce. In più collabora già da tempo con il Parco del Ticino, in particolare per la riproduzione dello storione cobice.


Per sostenere l’impresa è possibile fare una donazione attraverso il ‘DONA ORA’ sul sito www.donazioni.unibo.it/?buonacausa=dimevet cliccando su ‘sostieni la ricerca del dipartimento di scienze mediche veterinarie – DIMEVET’. (Segue sul prossimo numero di Ordine e Libertà)


 



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net