Banner

Tariffa rifiuti e relative fatture: come sono cambiate dal 2018 e come cercare di risparmiare. Se ne parla al Castello Visconteo

http://www.bianews.it/img/Gcampagnamaga.jpg



Articolo del: 29/05/2018 07:47:11

Un importante incontro per approfondire il delicato tema delle bollette inerenti il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti al quale sono invitati gli utenti di Abbiategrasso è fissato per questa sera, martedì 29 maggio, con inizio alle 21, nella sala consiliare del Castello Visconteo. Un quarto d’ora prima gli intervenuti potranno approfittare del rinfresco di benvenuto preparato e offerto dalla società Sodexo.


Scopo dell’incontro pubblico, in particolare, approfondire il tema del Regolamento Tari (Tariffa Rifiuti) e del relativo piano finanziario introdotto dall’ano 2018 dal Servizio Igiene Ambientale del Comune, mettendo a fuoco le novità, i risultati ed i consigli utili per migliorare la raccolta differenziata e ottenere risparmi possibili sulla tariffa medesima.


«A partire dal 1 gennaio 2018 - si legge nell’informativa diffusa ieri da Amaga e scaricabile insieme a tutte le informazioni utili attraverso l’appilicazione WikiWaste - la modalità di riparto del corrispettivo e di emissione della Tariffa Rifiuti ha subito alcune sostanziali modifiche che sono state introdotte a seguito dell’approvazione, da parte del Comune di Abbiategrasso, del Regolamento TARI e Piano Finanziario 2018. Le fatture TARIP (Tariffa Rifiuti Puntuale) dal 2018 in poi verranno emesse semestralmente e non più quadrimestralmente, come accadeva fino al 31 dicembre 2017, con le seguenti modalità: prima rata sulla quota fissa (dal 1 gennaio al 30 giugno) e prima rata sula quota variabile (dal 1 gennaio al 31 marzo), con scadenza 31 maggio; seconda rata sula quota fissa (dal 1 luglio al 31 dicembre) e seconda rata sulla quota variabile (dal 1 aprile al 30 settembre), con scadenza 31 dicembre; conguaglio sulla sola quota variabile (dal 1 ottobre al 31 dicembre), con scadenza 31 maggio 2019».


UNA SCADENZA IN PIU’ PER CHI HA L’ADDEBITO IN BANCA


«Per le utenze che attiveranno il servizio di domiciliazione bancaria (SDD) delle fatture - prosegue l’informativa di Amaga - l’ammontare della seconda rata sarà dilazionato in due scadenze, la prima il 30 Novembre e la seconda il 31 Dicembre. Le modalità di attivazione sono indicate nella prima pagina della vostra fattura».


QUANTO INCIDE E COME SI CALCOLA LA QUOTA FISSA?


«La quota fissa è passata dal 55,87% al 49,25% dell’intero ammontare dei costi per la gestione dei servizi di igiene ambientale al netto delle somme introitate per la vendita dei rifiuti valorizzati. L’importo per utenza viene calcolato per le utenze domestiche moltiplicando il costo al mq per la superficie dell’immobile e per il coefficiente Ka, che tiene conto della composizione del nucleo famigliare, e per le utenze attività moltiplicando il costo al mq per la superficie dell’azienda per un coefficiente di produttività Kc, che tiene conto della categoria di attività svolta».


QUANTO INCIDE E COME SI CALCOLA LA QUOTA VARIABILE?


«La quota variabile è passata dal 44,13% al 50,75% dell’intero ammontare dei costi per la gestione dei servizi di igiene ambientale al netto delle somme introitate per la vendita dei rifiuti valorizzati. L’importo pro-capite viene calcolato moltiplicando il costo al Kg dei rifiuti “Resto” indifferenziato prodotto, per i Kg di rifiuti “Resto” indifferenziati prodotti da ogni singola utenza tenendo conto del numero effettivo di svuotamenti effettuati nel periodo di riferimento».


METODO CONDOMINI E SCONTO DI ABITAZIONE TENUTA A DISPOSIZIONE


«Cambia il metodo di calcolo della quota variabile per le utenze condominiali, in quanto non viene più calcolata con il metodo pro-capite ma tenendo conto della produzione di rifiuti “Resto” indifferenziato del condominio e di un coefficiente Km proporzionale alla produttività per classe di utenza. Per tutte le utenze che usufruiscono dello sconto di abitazione tenuta a disposizione dal 01 Gennaio 2018 la percentuale di sconto sarà del 50% sulla quota fissa anziché del 30% sulla quota Fissa e Variabile».


Per saperne e soprattutto capirne di più e per verificare che il contenuto delle fatture (bollette) ricevute sia decifrabile e quali siano i metodi da adottare per contenere i costi derivanti dal servizio così organizzato e strutturato sarà dunque, quella di stasera al Castello, un’occasione da non perdere. Protagonisti dell’incontro saranno l’assessore all’Ambiente del Comune di Abbiategrasso, Cristina Cattaneo, il dirigente comunale dello Sviluppo del Territorio, Alberto Ambrosini, la responsabile del Servizio Ambiente comunale, Matilde Fazio, i presidenti di Amaga (Andrea Scotti) e di Navigli Ambiente (Pietro Grassi), il direttore generale dell’azienda, Elio Carini, e il suo responsabile tecnico-commerciale, Giovanni Pioltini.


Marco Aziani (“Ordine e Libertà”) - servizio sull’edizione da venerdì 1 giugno nelle edicole


 


 



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net