Ordine e Libertá Costume - Bella stagione, cattive abitudini: ogni mattina lattine e vetri rotti nelle aiuole di piazzetta Santa Chiara 
Banner

Bella stagione, cattive abitudini: ogni mattina lattine e vetri rotti nelle aiuole di piazzetta Santa Chiara

http://www.bianews.it/img/Gsntachiararotti.jpg



Articolo del: 06/06/2018 08:38:08

Prove di inciviltà in pieno centro. La bella stagione porta tante belle cose, ma anche cattive abitudini. Come quella dei ragazzi che hanno eletto la piazzetta Santa Chiara, lungo corso San Martino, nell’insenatura del marciapiedi in corrispondenza della palazzina Alzheimer dell’Istituto Golgi, a luogo del loro ritrovo serale.


Fin qui niente di male: la zona è dotata di aiuole e di panchine, è tranquilla e al riparo dal traffico automobilistico (che peraltro la sera cala drasticamente), e invita effettivamente a trascorrere le ore del tempo libero di chi, ormai vedendo la fine dell’anno scolastico avvicinarsi a grandi falcate, ne ha evidentemente un bel po’, con la prospettiva delle grandi vacanze estive alle porte.


Quello che fa diventare la comprensibile tendenza una cattiva abitudine è il risultato che in genere si può misurare il mattino seguente: «Tutti i giorni la stessa storia - riferiscono amareggiati i titolari del bar Crema e Cioccolato, affacciato sul lato opposto del corso, ma che di giorno usufruisce della piazzetta Santa Chiara per collocarvi i suoi tavolini per il servizio ai clienti all’aperto - Arriviamo qui e nelle aiuole c’è di tutto: cartacce, lattine, bottiglie vuote il più delle volte pure in frantumi. Non ci vorrebbe niente ad avere un po’ di rispetto.


È un angolino delizioso a disposizione di tutti, che cosa ci vuole a lasciarlo in ordine? Non sappiamo se i ragazzi che lo frequentano la sera siano maggiorenni o minorenni, se sia o meno legale che si procurino le birre e le lattine le cui tracce troviamo sistematicamente sul posto l’indomani mattina, ma questo è un altro discorso: chiediamo solo di non trasformare le aiuole e la piazzetta in un immondezzaio e di non spaccare le bottiglie che pii siamo costretti a togliere di mezzo col rischio di tagliarci le dita… Ci vuole tanto a comportarsi da persone minimamente responsabili e civili?».


Marco Aziani (“Ordine e Libertà”) - ogni venerdì nelle edicole



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net