Ordine e Libertá Nera - Pensionato aggredito in piazza perché canta: «Mi dai fastidio!», e parte un ceffone 
Banner

Pensionato aggredito in piazza perché canta: «Mi dai fastidio!», e parte un ceffone

http://www.bianews.it/img/Gpensionatinpiazzasdegno.jpg



Articolo del: 09/06/2018 08:45:33

Un tranquillo venerdì mattina come tanti altri nella paciosa Abbiategrasso avvolta nel clima laborioso e insieme assieme tipico dei giorni di mercato è stato macchiato da un episodio aggiudico dei tanti presenti assolutamente increscioso.


È accaduto ieri, venerdì 8 giugno, intorno alle 10. Già da una mezz’ora alcuni pensionati che sono soliti intrattenere bonariamente i loro coetanei e la gente di passaggio cantando arie celebri di melodrammi e romanze d’altri tempi stavano tenendo banco in piazza Marconi, davanti al municipio, e diffondendo con le loro possenti voci le note di quelle canzoni tra il compiacimento e i sorrisi dei presenti e dei passanti.


All’improvviso due avventori del vicino bar che stavano da un po’ seduti a un tavolino sotto i portici della piazza si sono alzati e hanno raggiunto i cantori, iniziando subito a imprecare nei loro riguardi e a insultarli perché li stavano disturbando. 


Ne è scaturito un diverbio con altre persone presenti che si stavano invece gustando lo spettacolo improvvisato dai pensionati e in particolare da Giuseppe Comincini, noto melomane, fan irriducibile del tenore Di Stefano e da vari decenni figura di riferimento per la gloriosa Banda Filarmonica, che è l’ispiratore e l’artefice di questi simpatici siparietti in piazza.


Ma quello che nessuno si sarebbe potuto immaginare è che, dopo un rapido scambio di battute, l’uomo che si era lamentato per i fastidio arrecato dal canto è partito deciso ed ha mollato un ceffone a Comincini. Immediata la reazione indignata dei molti amici presenti che si sono avventati sull’aggressore inducendolo a cambiare aria. Ma mentre l’uomo e la donna tornavano ad accomodarsi al tavolino del bar come se niente fosse, qualcuno ha allertato la Polizia locale arrivata immediatamente sul posto per raccogliere testimonianze, portare conforto al pensionato colpito e identificare l’aggressore.


La notizia, circolata attraverso la nostra diretta Facebook nell’immediatezza dell’accaduto, ha destato sdegno e una sfilza di commenti: per tutti, oltre alla solidarietà, la raccomandazione a Comincini e ai suoi cantori è di continuare ad allietare le mattinate in piazza come risposta ad un gesto intimidatorio che non può essere in alcun modo giustificato.


Marco Aziani (“Ordine e Libertà”) - servizio sull’edizione da venerdì 15 giugno nelle edicole



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net