Banner

Bufera sulla "Festa del Sole" di Lealtà e Azione in Fiera: l'Anpi chiede di annullarla, Nai resta alla finestra

http://www.bianews.it/img/Gluponai.jpg



Articolo del: 29/06/2018 08:26:04

Che tra la Lega di Matteo Salvini e la galassia di estrema destra rappresentata da Forza Nuova e Casa Pound ci fosse una reciproca simpatia (che a livello politico significa convergenze di voti) lo si sa da prima ancora delle elezioni del 4 marzo scorso, ora questo sodalizio viene celebrato con una curiosa “Festa del Sole” (data l'area di militanza degli organizzatori e il fatto che il solstizio d'estate è già stato abbondantemente superato non resta che l'associazione al tanto celebrato sole nero con il quale Hitler ha persino cercato di sostituire il Natale, alla faccia delle tradizioni), prevista per venerdì 6 e sabato 7 luglio ad Abbiategrasso, nello spazio, pubblico, della Fiera, dove sfileranno militanti di Lealtà e Azione -il movimento neofascista che si ispira al generale nazista delle Waffen SS Leon Degrelle e a Corneliu Codreanu, fondatore della Guardia di ferro rumena, formazione militare ultranazionalista attiva negli anni Trenta e Quaranta -  accanto a numerosi esponenti politici regionali, quasi tutti del Carroccio.


Nella locandina, che raffigura in primo piano un lupo con in bocca una rosa rossa, figurano i nomi dei parlamentari Igor Iezzi, Paolo Grimoldi, William De Vecchis (Lega - Salvini premier), Carlo Fidanza (Fratelli d'Italia), e degli assessori della Regione Lombardia Giulio Gallera  (Forza Italia, titolare del Welfare) e Stefano Bruno Galli (Cultura). Invitati a parlare di cosa? "Tra autonomia e sovranità" è il titolo del primi dei due dibattiti, a partire dal referendum autonomista lombardo dello scorso ottobre per arrivare alla nascita recente di un governo sovranista. L'altro invece, che si terrà nel pomeriggio di sabato, avrà per tema la Famiglia Naturale. In mezzo: presentazione di libri e concerti di gruppi di stampo neonazi.


«Quanto in programma nel Comune di Abbiategrasso suscita in tutti noi allarme e profonda preoccupazione – scrive in un comunicato il presidente provinciale dell'Anpi Roberto Cenati - Rivolgiamo un pressante appello al sindaco perché revochi la concessione dello spazio pubblico al movimento neofascista Lealtà e Azione».


«Al di là del fatto che non so bene cosa facciano, chi siano e cosa vogliano – commenta Cesare Nai, interpellato sulla vicenda – immagino che qualora sussistano elementi di legge che impediscano a determinate associazioni di radunarsi, le forze dell'ordine debbano intervenire. Solo pochi giorni fa sono venuto a conoscenza di questa iniziativa e sì, ho immaginato anche io che non si trattasse di un'iniziativa di estrema sinistra (per usare un eufemismo), ma mi pare che si tratti semplicemente di incontri, dibattiti, convegni. D'altra parte è uno spazio che gli organizzatori hanno richiesto agli uffici ed evidentemente questi ultimi hanno risposto positivamente.


Sono state fatte anche feste dell'Unità - prosegue Nai - e anche l'ex presidente della Camera Laura Boldrini pochi mesi fa ha utilizzato gli stessi spazi per un'iniziativa politica. Se dovessimo negare gli ambienti a qualsiasi incontro che ha un fine politico non potremmo fare più nulla. Chi è contrario a questo tipo di manifestazione è libero di contestarla».


Un peccato di leggerezza da parte di Nai (che non può paragonare la portata del messaggio politico di Laura Boldrini ai movimenti di ispirazione neonazista) o un messaggio ben preciso su dove vuole andare questa città? Intanto il 6-7 luglio si preannuncia un'invasione di teste rasate che con l'immagine di Abbiategrasso francamente non ha mai avuto molto a che spartire, con buona pace di chi dentro e fuori le fabbriche ha pagato con la propria vita il prezzo della libertà.                          


Eleonora Aziani ("Ordine e Libertà") - da oggi, venerdì 29 giugno, nelle edicole



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net