Banner

Morti annegati nel Naviglio, uno stillicidio: il Villoresi rilancia l'assoluto divieto di farci il bagno

http://www.bianews.it/img/Gnaviglioblu.JPG



Articolo del: 02/07/2018 14:24:03

Vietatissimo fare il bagno nei Navigli e nei canali irrigui affidati alla gestione del Consorzio Villoresi. Lo ribadisce a chiare lettere, in una nota inviata poco fa alla stampa, il suo presidente, Alessandro Folli, il quale ricorda che «il divieto è finalizzato alla salvaguardia della vita umana e nient’affatto, come in molti erroneamente pensano, motivato dalla cattiva qualità delle acque, che risultano essere invece pulite, secondo quanto è attestato e verificabile dalle rilevazioni di Arpa Lombardia».


Non arriva certo  caso la netta presa di posizione del presidente del Villoresi, ma in conseguenza ai fatti di cronaca recentemente registrati, che in questi giorni restituiscono purtroppo notizie di morti annegati nel reticolo.


Ieri, domenica 1 luglio, a perdere la vita nel Naviglio Grande a Gaggiano è stato un ciclista 76enne che però in acqua ci era caduto accidentalmente (questione che semmai riporta alla ribalta gli altri problemi di sicurezza delle alzaie per ciclisti e pedoni). Ma appena otto giorni prima, sabato sabato 23 giugno scorso, era già capitato cheun 34enne, gettatosi nel Villoresi per sfuggire alle forze dell’ordine, non fosse sopravvissuto alle correnti troppo forti; mentre nella stessa giornata di sabato 23 giugno un cinquantenne era stato ripescato cadavere dalle acque del Naviglio a Bernate Ticino, dove l’uomo lavorava in un agriturismo.


Sono stati invece sanzionati con una multa alcuni adolescenti tra i 13 e i 15 anni sorpresi dalle forze dell’ordine mentre facevano il bagno dalle parti di Robecco.  In relazione a episodi del genere, il Villoresi tiene a ribadire «la pericolosità delle acque dei canali, particolarmente insidiose e in grado di mettere in difficoltà anche i nuotatori più esperti. Oltre alle correnti, la presenza di bocche aperte e la configurazione strutturale delle sponde, che rendono disagevole la fuoriuscita, accrescono notevolmente i pericoli per quanti si immergono». 


Le sole eccezioni riguardano manifestazioni organizzate alla presenza di personale di salvataggio sia in acqua che sulle sponde, di operatori delle ambulanze e di volontari della Protezione civile, come accadrà il prossimo sabato 21 luglio a Turbigo per la Carton Boat Race organizzata dall’ad Tornavento dell’abbiatense Antonio Monteduro in collaborazione con l’amministrazione comunale turbighese guidata dal snidaco Christian Garavaglia.


 Marco Aziani ("Ordine e Libertà") - servizio sull'edizione da venerdì 6 luglio nelle edicole



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net