Banner

Abbiategrasso capitale della fortuna: oltre ai 99 mila euro vinti al Superenalotto, un Win for Life da 3 mila euro al mese per vent'anni

http://www.bianews.it/img/Gtabamacello.jpg



Articolo del: 12/07/2018 07:34:15

C’è stata un’altra vincita ad Abbiategrasso nei giorni scorsi la cui entità, se proiettiamo nel tempo la somma che andrà al fortunato detentore della schedina vincente, fa impallidire anche quella, già consistente e non certo di secondo piano, della quale abbiamo riferito due giorni fa, ovvero il 6 più superstar centrato al bar tabaccheria Colombo di via Borsani per un valore di poco meno di centomila euro.


L’altra vincita è stata invece effettuata alla ricevitoria del Bar del Macello, via Cairoli angolo via Foscolo (di fronte all’edificio che per quasi tutto il secolo scorso ospitò appunto la sede del macello civico). Il superfortunato (o forse la superfortunata?) ha infatti compilato qui una schedina per partecipare al gioco Win for Life ed ha azzeccato, come da prassi, 10 numeri su 20 più il cosiddetto “numerone”, assicurandosi una rendita ventennale di tremila euro al mese. Valore complessivo calcolato ad oggi, l’equivalente di 720 mila euro spalmati appunto sui prossimi due decenni.


«Non ho proprio idea di chi possa avere vinto - dice Liu Dingming, la giovane titolare del bar, cinese di seconda generazione, a tutti gli effetti cittadina italiana come si capisce subito nel sentirla parlare perfettamente la nostra lingua - Infatti, mentre per altri giochi, come il Lotto e il Superenalotto, abbiamo diversi clienti fissi che sono soliti giocare in determinati giorni della settimana, per quanto riguarda il Win for Life non è mai stato fino ad oggi un gioco molto praticato e comunque per lo più in modo sporadico, più da gente di passaggio che da clienti assidui…».


Sta di fatto che la schedina è stata giocata qui e che l’estrazione dei numeri vincenti è avvenuta la sera di mercoledì della scorsa settimana, 4 luglio, alle ore 19 (per Win for Life ce ne sono dieci ogni giorno, l’ultima delle quali alle 23). Insomma, per qualcuno le ferie sono potute cominciare col botto e con largo anticipo. Ed è stato un po’ come vincere una congrua “pensione integrativa”. Che di questi tempi, si sa, è comunque un lusso per tutti.


Marco Aziani (“Ordine e Libertà”) - servizio sull’edizione da venerdì 13 luglio nelle edicole



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net