Banner

Vigevano-Magenta-Maplensa, un altro passo avanti al CIPE. Pioltini (Albairate) annuncia ricorso: «Progetto vecchio e devastante»

http://www.bianews.it/img/Gconsalb.jpg



Articolo del: 25/07/2018 08:13:01

Altro passo avanti per la strada Vigevano-Magenta-Malpensa, altrimenti detta (specialmente dai suoi detrattori) tangenziale. Nella giornata di lunedì 23 luglio, infatti, il Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica) ha deliberato nuovamente nella direzione della realizzazione della arteria di collegamento che sgraverebbe dal traffico il tratto urbano della ex statale 494 (via Dante dallo svincolo per viale Sforza fino a viale Mazzini) di Abbiategrasso e soprattutto il centro di Robecco sul Naviglio.


Lo ha annunciato ieri sera, martedì 24 luglio, il sindaco di Albairate, Giovanni Pioltini, dandone comunicazione al termine della seduta del Consiglio comunale nel quale gran parte della discussione si era sviluppata intorno agli indirizzi (poi approvati a maggioranza) che la ditta Ladurner ha chiesto e ottenuto per introdurre nell’impianto di compostaggio di Albairate la possibilità di tecnologie atte a pulire il biogas per destinarlo non più alla produzione di energia elettrica, bensì per immetterlo direttamente nella rete che alimenta le utenze degli albairatesi.


«La delibera - ha precisato Pioltini - non + ancora stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale, ma ormai è questione di giorni. Si tratta dell’iter che ha avuto un passaggio decisivo lo scorso 28 febbraio e che va avanti. La ulteriore pubblicazione implica l’inizio dei tempi necessari, per quanto ci riguarda, a fare ricorso. Il Comune di Albairate sarà come sempre in prima fila, insieme ad altri Comuni del territorio e ad enti e associazioni che già in passato hanno chiesto modifiche importanti al progetto della tangenziale che non sono mai state recepite e che vedono ora progredire, in sostanza, la stessa versione di venti e più anni fa, con grave danno per il nostro territorio».


Le stesse cose il sindaco le aveva accennate rivolgendosi ai consiglieri e al pubblico presente in aula, provocando solo l’osservazione dissenziente del consigliere comunale di opposizione Giuseppe La Barbera (capogruppo della lista civica “La Barbera 596”), che ha tenuto a precisare: «Non tutte le forze politiche rappresentate in questo Consiglio comunale sono contrarie al progetto di una strada di collegamento per certi versi necessaria. Il sottoscritto è favorevole infatti alla realizzazione di una nuova strada e al contestuale ampliamento della Milano-Baggio».


Ma lo stesso Pioltini, intervistato ma fine seduta, ha tenuto a precisare: «Noi non siamo, come siamo soliti essere definiti, i sindaci del No “a prescindere”; noi abbiamo sempre detto e continuiamo a dire no a questa struttura, a questo vecchio progetto, ma abbiamo fatto varie proposte per modificarlo in funzione delle reali esigenze del territorio, che invece qui risultano calpestate e non tenute in nessuna considerazione».


Marco Aziani (“Ordine e Libertà”) - servizio sull’edizione da venerdì 27 luglio nelle edicole



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net