Banner

Partite di calcio "in notturna" nell'aiuola del Castello: il decoro che non conta e il divieto che non c'è

http://www.bianews.it/img/Galcastellospelacchiato.jpg



Articolo del: 04/09/2018 08:18:32

Quest'anno sarà sabato 22 settembre la Giornata dello Sport che vedrà concentrarsi intorno a piazza Castello tutte le associazioni dilettantistiche sportive di Abbiategrasso in una gigantesca e coloratissima vetrina delle attività che nella nostra città si possono praticare fin da bambini e si possono ancora svolgere da adulti di ogni età.


La notizia offre però lo spunto per un'altra questione, che nasce dall'ennesima segnalazione di un nostro lettore dispiaciuto e preoccupato per le sorti dell'aiuola che circonda il Castello Visconteo lungo il lato a sinistra dell'ingresso, cioè dalla parte dell'Hotel Italia e della via Motta, fino alla zona del Monumento ai Caduti.


Lo scorso sabato sera il nostro lettore ci ha inviato un breve filmato girato personalmente sul posto: mostra, nella penombra che ormai avvolge ogni cosa prima delle nove di sera, fasi concitate di una partita di calcio che un gruppetto di ragazzini sta disputando su quell'aiuola trasformata in campetto di periferia.


Da diversi anni questa pratica, che qualunque minima norma di buon senso sconsiglierebbe anche ai meno sensibili al valore del patrimonio di una città che ha la fortuna di avere un centro storico ricco di monumenti di pregio, ha preso piede fino a diventare un'abitudine tollerata.


Il lettore che ci segnala la cosa, che guarda caso ad abitare ad Abbiategrasso ci è venuto in anni recenti, ne è invece sconcertato e ci chiede di lanciare un appello che ben volentieri riprendiamo: chi di dovere impedisca che si continui a giocare a pallone nell'area verde accanto al Castello Visconteo, per mantenere il sacrosanto decoro almeno nelle parti di maggior pregio del centro storico cittadino, già flagellato dal problema mai risolto della maleducazione dei padroni degli amici a quattro zampe che non si preoccupano degli escrementi dei loro cani, dimenticati per terra, e del piscio sparso su ogni muro, fioriera, cippo, marciapiedi…


Da quando, ormai una quindicina di anni fa, piazza Castello è stata dotata di questi spazi verdi attorno al monumento che le dà il nome, non si è mai visto un semplice cartello con la scritta "Non calpestare le aiuole": una norma elementare, che se fosse indicata metterebbe qualunque cittadino di buon senso nella condizione di intervenire invitando chi pensa di poterla tranquillamente trasgredire, al contrario, a rispettarla. Senza bisogno che il Comune debba mandare la Polizia locale o gli Osservatori civici (a proposito: dove sono?) a perderci del tempo prezioso a spese della collettività.


Marco Aziani ("Ordine e Libertà") - servizio sull'edizione da venerdì 7 settembre nelle edicole



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net