Banner

Diesel Euro 3, confermato il divieto da ottobre. Anche sulle ex statali? Lo dovrà decidere il sindaco

http://www.bianews.it/img/Ganai.jpg



Articolo del: 06/09/2018 07:59:34

Sarà il sindaco Cesare Nai, al quale tocca questa incombenza, ad emettere un’ordinanza con tutte le indicazioni e le prescrizioni per quanto concerne il divieto di transito sulle strade comunali di Abbiategrasso, a partire dal giorno 1 ottobre 2018, lunedì, di tutti i veicoli Euro 0, Euro 1 ed Euro 2 ed anche dei mezzi con motore diesel Euro 3.


La conferma del fatto che Abbiategrasso rientri, insieme ad altri quattro “di seconda fascia” (ovvero limitrofi all’hinterland milanese) con popolazione superiore a trentamila abitanti, tra i Comuni nei quali scatta il divieto assoluto di circolazione anche per gli Euro 3 alimentati a gasolio, viene anche dal Comando della Polizia locale, al quale molti cittadini hanno cominciato a rivolgersi per avere ragguagli.


Sta di fatto che la decisione di carattere generale l’ha presa Regione Lombardia con il suo Piano regionale interventi qualità aria (PRIA), il cui aggiornamento prevede due novità che di fatto ci riguardano.


La prima è l’estensione h 24 per tutti i giorni dell’anno senza esclusioni del divieto per gli Euro 0, 1 e 2 sia benzina che diesel nei 570 Comuni di prima e di seconda fascia nei quali è già in vigore da un anno limitatamente all’orario 7.30-19.30 e ai giorni dal lunedì al venerdì escluse le festività infrasettimanali. La seconda, ulteriormente restrittiva, è l’introduzione del divieto assoluto di circolazione dei veicoli diesel Euro 3, oltre che ovviamente in tutti i Comuni di prima fascia, anche nei territori di Varese, Lecco, San Giuliano Milanese, Vigevano e appunto Abbiategrasso.


Circa le modalità e i particolari, come detto, occorre però attendere l’ordinanza di ciascun sindaco. Nai al momento non l’ha ancora emessa: gli uffici comunali competenti hanno cominciato ad affrontare la questione, che implica che venga predisposta la necessaria segnaletica informativa per gli utenti della strada e soprattutto che si decida nel dettaglio dove sistemarla e quali strade di passaggio eventualmente escludere dal provvedimento, all’inizio del mese di luglio.


A questo punto si avvicina la scadenza entro la quale definire il tutto, consentendo appunto al sindaco Nai di emettere la sua ordinanza che avrà valore assoluto per quanto riguarda le modalità del divieto sulle strade abbiatensi. Fermo restando che il divieto scatterà ormai tra poco più di tre settimane, lunedì 1 ottobre. «Per la gente comunque farà fede la segnaletica: fino a quando i cartelli non saranno stati piazzati, nessuno potrà essere sanzionato», dicono dal Comune. 


E per quanto concerne le strade ad alta percorrenza (come la ex statale 494 Vigevanese o la ex statale 526 nei tratti urbani (che coincidono rispettivamente con via Dante e con viale Giotto), non è chiaro se il transito degli Euro 3 diesel e di tutti gli altri Euro 0, 1 e 2 sarà consentito oppure vietato anche lì: la norma generale di Regione Lombardia prevede infatti deroghe solo per gli allacciamenti alle rete autostradale e per le tangenziali. Per questo toccherà appunto al sindaco di ciascun Comune coinvolto nel provvedimento stabilire il dettaglio delle strade eventualmente estranee al divieto.


Marco Aziani (“Ordine e Libertà”) - ogni venerdì nelle edicole



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net