Banner

Le sfide a calcio nelle aiuole del Castello? Proseguono anche in notturna...

http://www.bianews.it/img/Gallapalla.jpeg



Articolo del: 17/09/2018 07:50:01

Come se niente fosse. Le segnalazioni continue che provengono sia dal nostro giornale, sia da molti lettori e cittadini, a proposito delle partite di calcio improvvisate negli spazi verdi attorno al Castelo Visconteo, non sortiscono alcuna reazione da parte degli amministratori comunali e non danno luogo ad alcuna iniziativa a tutela del monumento che domina l’omonima piazza e delle sue parti integranti.


Anzi, il calcio praticato nelle sue immediate vicinanze non si arrende nemmeno all’avanzare della stagione: le ore di luce diminuiscono e la piazza si fa buia? Nessun problema, si può continuar anche “in notturna” sfruttando al meglio l’illuminazione pubblica che serve di norma a far risaltare la sagoma e la facciata del Castello, ma che torna più che buona anche per poter prolungare le sfide a pallone fino ad orari imprecisati.


Non fantasie, ma cronaca: fatti accaduti giovedì sera e poi ancora venerdì sera, quando il Castello ha rispettivamente ospitato una bella e partecipata conferenza sull’alimentazione in sala consiliare, per iniziativa dell’associazione Chicchi di Salute con la precisazione dello psicologo Roberto Broggi, e un ottimo concerto nel cortile, ad opera del gruppo Libera Interpretazione, tributo a Fabrizio De André, primo appuntamento dei cinque che fino a venerdì 28 costituiscono il programma musicale proposto dal Comune di Abbiategrasso.


In entrambe le occasioni, nello spazio verde a lato dello scivolo che immette appunto sotto l’androne che precede il cortile del Castello, un gruppo di ragazzi ci dava dentro utilizzando il muro rivolto verso la piazza come porta e scalpitando avanti e indietro per rincorrere e calciare il pallone su quel terreno che non per niente è ormai ridotto a terra battuta, dove l’erba verde è soltanto un ricordo.


Molti, quando si affronta questo tema, commentano indignati sottolineando che lì a pochi passi c’è il parco della fossa viscontea che potrebbe essere lo spazio ideale per giocare senza fare danni a un monumento storico prezioso e dal grande valore simbolico per la città come è appunto il Castello Visconteo. Ma il paradosso, tra i tanti, è che dentro il parco, come indicano i cartelli all’ingresso, non si può giocare a pallone (essendo tale pratica potenzialmente pericolosa per i bimbi che frequentano i giardini pubblici), mentre su tutta l’area intorno al Castello, sia lungo i due lati che nella parte di fronte alla facciata, non esiste nemmeno un cartello che ricordi che è vietato calpestare le aiuole.


Marco Aziani (“Ordine e Libertà”) - ogni venerdì nelle edicole



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net