Banner

Pregiudicato espulso a maggio arrestato dai carabinieri in via Diaz: il giudice lo condanna… a rimanere ad Abbiategrasso

http://www.bianews.it/img/Gviadiaz.jpg



Articolo del: 06/11/2018 07:44:15

Nullafacente, pregiudicato, irregolare sul territorio italiano per essere rientrato nel nostro Paese senza la necessaria autorizzazione dopo esserne stato espulso lo scorso 14 maggio. Sono queste le caratteristiche dell’uomo di origini albanesi, 41enne, che come dimora aveva scelto un appartamento delle case Aler di via Diaz, traversa di via Novara che la collega a via Legnano, ad Abbiategrasso.


Sono stati proprio i nostri carabinieri della stazione di viale Mazzini agli ordini del luogotenente Massimiliano Stefanelli a rintracciare il malvivente, a scovarlo in casa e a trarlo in arresto per violazione dell’articolo 13 del decreto legislativo 286/98 relativo appunto al divieto di soggiornare in Italia in seguito all’avvenuta espulsione. 


Le manette ai polsi del 41enne albanese pregiudicato erano scattate nella giornata di martedì della scorsa settimana, 30 ottobre. L’uomo è stato poi processato presso il tribunale di Pavia e a seguito dell’udienza è stato condannato all’obbligo di firma, in base all’articolo 282 del Codice di procedura penale: dovrà presentarsi periodicamente (si suppone ogni giorno, ma potrebbe anche essere a cadenza diversa) presso la caserma dei carabinieri per comprovare la propria presenza qui e mantenersi in pratica sotto il controllo delle forze dell’ordine. 


Ciò significa, almeno nell’immediato, che nonostante i precedenti il soggetto in questione non sarà nuovamente espulso, ma potrà continuare a rimanere in Italia, e in particolare ad Abbiategrasso, senza allontanarsene. 


Marco Aziani (“Ordine e Libertà”) - servizio sull’edizione da venerdì 9 novembre nelle edicole



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net