Banner

Iper taglia le cooperative: licenziati 152 addetti all'allestimento notturno degli scaffali, 16 lavoravano a Magenta e a Vittuone

http://www.bianews.it/img/Gaaaaaaiper.jpeg



Articolo del: 26/02/2019 00:16:00

Sono 152 a livello nazionale i dipendenti di cooperative che fornivano sistematicamente personale all’Iper che dal prossimo venerdì 1 marzo si ritroveranno senza più il loro posto di lavorio. Lavoratori che per molto tempo (qualcuno anche da vent’anni) hanno prestato la loro opera per per questo colosso della grande distribuzione italiana e che di punto in bianco si ritrovano licenziati senza una spiegazione.


Di questi, una ventina (al momento quelli certi sono 16) lavoravano presso i negozi Iper di Magenta e del centro commerciale Il Destriero di Vittuone. A fine gennaio sono stati raggiunti dalla lettera di preavviso, e a partire da venerdì 1 marzo non saranno più in servizio: di fatto i loro posti vengono tagliati senza possibilità di reintegro.


Si tratta di addetti al caricamento degli scaffali, mansione che storicamente veniva svolta di notte per garantire alla clientela, durante gli orari di apertura del negozio, sempre più dilatati, di trovare gli ambienti a posto, accoglienti e debitamente riforniti. 


Secondo indiscrezioni provenienti sia dai diretti interessati, sia da lavoratori alle dipendenze dell’Iper che hanno raccolto negli ultimi tempi confidenze di superiori, al posto dei lavoratori delle cooperative, con contratto a tempo indeterminato (tra i quali anche alcuni capi squadra), ai quali è stata preannunciata la cessazione ormai imminente del rapporto di lavoro, vengono assunte direttamente altre persone, per lo più con contratti a termine, per svolgere le medesime mansioni non più nelle ore notturne, ma durante il giorno.


Marco Aziani (“Ordine e Libertà”) - servizio sull’edizione da venerdì 1 marzo nelle edicole



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net