Banner

Superstrada, Anas esclude la possibilità di tracciati alternativi. «Vigevano-Malpensa appaltabile entro l'estate 2019»

http://www.bianews.it/img/Gallanas.jpg



Articolo del: 06/03/2019 17:43:55

Alla lettera (inviata lo scorso 22 febbraio) al ministro Danilo Toninelli, di cui si è fatto promotore il sindaco di Vigevano, Andrea Sala, co l’adesione dei colleghi sindaci di Abbiategrasso, Magenta, Ozzero e Robecco sul Naviglio, è seguita (come anticipato sulle pagine del nostro giornale Ordine e Libertà lo scorso 1 marzo) la riunione negli uffici Anas di Milano convocata dall’ingegner Dino Vurro, Responsabile per il Coordinamento Territoriale Nord Ovest, nel pomeriggio del 28 febbraio scorso. 


«Nel corso dell’incontro - fanno sapere i partecipanti - l’ingegnere ha confermato di essere stato interessato a una richiesta del M5S di studio alternativo in merito al progetto della Superstrada Vigevano-Malpensa, nonostante l’Iter di approvazione della medesima fosse ormai giunto a conclusione, ed ha tuttavia confermato che Anas ha escluso la possibilità di tracciati alternativi a quello già approvato per ragioni tecniche, riassunte in una relazione da lui stesso elaborata».


Nel merito dell’azione resa necessaria dalla richiesta pentastellata, i “sindaci del Sì” fanno sapere che «la stesura della relazione ha comportato un inutile allungamento sulla pubblicazione del bando delle due gare d'appalto (tratta C - dicembre 2018, tratta A - primavera 2019)». E che «il progetto alternativo di M5S non è una novità, bensì la fotocopia di quanto già proposto nel 2015 da Città Metropolitana».


Ciò nonostante, la loro conclusione è improntata - dal loro punto di vista - all’ottimismo: «Abbiamo appreso che il percorso che conduce agli appalti della Tratta C è attualmente alla cosiddetta fase di “Verifica e Validazione” (conclusione entro marzo), cui segue la cosiddetta “Verifica di Ottemperanza” (a cura del Ministero dell'Ambiente e del Ministero dei Beni Culturali) della durata massima di 60 giorni. E che a queste fasi non seguirà l’approvazione da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, in quanto si tratta di progetto in Legge Obiettivo. Motivo per cui - riferiscono in conclusione i sindaci - alla luce di queste considerazioni, l’ngegner Vurro ritiene ragionevolmente appaltabile l’opera entro l’estate 2019».


Redazione “Ordine e Libertà” (servizio sull’edizione da venerdì 8 marzo nelle edicole)


 



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net