Banner

Festa del Lavoro alla Rinascita con l'assessore Majorino e con il messaggio del sindaco di Abbiategrasso, Cesare Nai

http://www.bianews.it/img/Galmajorino.JPG



Articolo del: 02/05/2019 07:42:19

La giornata del Primo Maggio ad Abbiategrasso è stata caratterizzata, per quanto concerne il suo motivo fondante, dalle iniziative tenutesi idi pomeriggio e in serata presso la cooperativa Rinascita di via Novara. Oltre che con dei momenti musicali e conviviali improntati a fare festa, la ricorrenza è stata celebrata con un incontro pubblico alla presenza di Pierfrancesco Majorino, assessore alle Politiche sociali , Salute e Diritti del Comune di Milano. 


Il motivo fondante della ricorrenza del Primo Maggio è infatti quello di celebrare il lavoro e di porre in primo piano le esigenze e le condizioni dei lavoratori di oggi o delle tante persone, specie giovani, che nel mondo del lavoro non riescono ad accedere stabilmente e talvolta nemmeno in modo precario. 


In occasione di questa giornata, anche il sindaco di Abbiategrasso, Cesare Nai, ha inviato un messaggio alla cittadinanza: «La ricorrenza del Primo Maggio - ha ricordato Nai - è legata ai movimenti di rivolta che, in piena rivoluzione industriale, videro migliaia di uomini e di donne in tutto il mondo lottare per migliorare le condizioni di lavoro quotidiane e, in particolare, per ottenere la riduzione dell'orario giornaliero.  Il culmine di queste rivolte sfociò, all’inizio di maggio del 1886 a Chicago, durante la cosiddetta “Rivolta di Haymarket”».


Da qui la riflessione del sindaco Nai sul valore ancora fondamentale di tale ricorrenza: «Oggi - ha scritto Nai nel messaggio pubblicato sul sito del Comune - questa prima, importante conquista può forse sembrarci ovvia, ma, in alcuni casi, ci rivela ancora la sua drammatica attualità: le problematiche che i lavoratori di oggi si trovano a dover affrontare sono anzi talvolta persino più complesse e molti si trovano a dover combattere ancora per diritti che dovrebbero invece essere già consolidati. Un salario equo, un orario di lavoro adeguato, il rispetto del lavoratore e della lavoratrice come persone: questi e molti altri aspetti sono, in alcuni contesti, obiettivi tutt’altro che raggiunti».


Da ultimo, parole di solidarietà per coloro che sono alle prese con le difficoltà di un lavoro precario o, peggio, assente: «Il mio pensiero va, inoltre, ai disoccupati - dice Nai - a chi ogni giorno fatica per dare un senso alla propria ricerca di lavoro, che spesso si prolunga senza esito o si conclude con soluzioni precarie: in questo periodo di crisi, il compito delle istituzioni è di accompagnare chi è in difficoltà, cercando di guidare verso le scelte più opportune».


Per concludere con il rimando alla Costituzione: «È giusto allora, in occasione della giornata del Primo Maggio divenuta “Festa del Lavoro” - ha concluso il sindaco di Abbiategrasso - riflettere sull’importanza del lavoro come valore fondante, che permette di esprimere le proprie capacità e di sostenere la propria famiglia e la società: anche la nostra Costituzione, fin dal primo articolo, recita infatti che “L’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione”».


Redazione “Ordine e Libertà” - servizio sull’edizione da venerdì 3 maggio nelle edicole


 



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net