Banner

Rete fognaria collassata in via Legnano, i lavori partono da corso San Pietro: fino a metà settembre occhio a viabilità e divieti di sosta

http://www.bianews.it/img/Gallafaciadisanpietro.jpg



Articolo del: 16/07/2019 07:48:51

Da venerdì scorso, 12 luglio, Cap Holding ha dovuto ridurre dratsicamente la carreggiata di corso San Pietro proprio davanti alla chiesa, all'incrocio con via Magenta e all'imbocco di via Legnano. Sono infatti iniziati i lavori di ripristino della rete fognaria che proprio lungo quest'ultima via è collassata e necessita dunque di essere rimessa in sesto.


La conseguenza più evidente è la presenza del cantiere dove una ruspa è al lavoro da ieri, all'interno dell'area recintata che lascia lo spazio minimo indispensabile accanto al marciapiedi di piazza San Pietro per il passaggio di veicoli diretti verso la periferia (appunto verso via Legnano e via San Giovanni Bosco), mentre rende impossibile in questi giorni proseguire per via Magenta.


Sulla stessa via Magenta vige il divieto di sosta totale «fino a fine lavori» e l'accesso, riservato esclisivamente ai residenti, è possibile solo per chi vi sbuca da via Monte Santo svoltando eccezionalmente a destra. È segno che l'intervento proseguirà nei prossimi giorni sia lungo questa strada che porta all'incrocio semaforico con via Novara, sia lungo la prosecuzione di via Legnano.


Da questa, intanto, si fa particolarmente pericoloso arrivare in bicicletta: occorre infatti, per chi proviene da via Legnano percorrendo la corsia riservata alle bici sulla curva che porta in corso San Pietro, mantenere la destra e assolutamente non infilarsi nel nuovo budello più prossimo alla chiesa: le macchine provenienti in senso opposto rischiano infatti di investire i ciclisti incauti.


Il cartello del cantiere esposto da Cap Holding indica in 60 giorni la durata dell'intervento, che dovrebbe pertanto concludersi entro il prossimo 11 settembre; non è dato sapere se i lavori proseguiranno ininterrottamente anche durante tutto il mese di agosto, ma la sostanza non cambia: sicuramente per un paio di mesi occorrerà farei conti con il cantiere e prestare la massima attenzione.


Marco Aziani ("Ordine e Libertà") - servizio sull'edizione da venerdì 19 luglio nelle edicole



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net