Banner

Pendolari stipati e treno fermo ad Albairate: l'inizio promettente di una giornata sulla Mi-Mo

http://www.bianews.it/img/Gaaaaddosso.JPG



Articolo del: 05/09/2019 07:49:58

«Così non si può veramente più andare avanti». Sono le parole sconsolate di un utente della linea ferroviaria Milano-Mortara che questa mattina, giovedì 5 settembre, quando ha visto arrivare alla stazione di Abbiategrasso il treno delle 7.15 per Porta Genova non credeva ai suoi occhi, così come tutti i presenti. Motivo, il treno era composto di sole quattro carrozze (al'incirca la metà del normale).


«Roba da litigare per riuscire a salire», ha riferito uno dei nostri inormatori. Che infatti, una volta infilatosi a stento su una delle piattaforme d'accesso al treno, lì ha dovuto fermarsi insieme agli altri "fortunati", dato che tutti i passaggi verso gli scompartimenti risultavano ostruiti, comprese le scalette per salire al piano superiore.


«E tanto per non farsi mancare niente - ha poco dopo specificato il nostro pendolare - il treno ha raggiunto la stazione S9 di Albairate-Vermezzo e lì si è fermato, senza motivi apparenti e senza spiegzione alcuna...». Una sosta fuori programma durata esattamente un quarto d'ora, per un treno che per una volte era partito in orario da Abbiategrasso, malgrado le operazioni non certo agili di salita (con diverse persone, come sempre accade, che hanno "preferito" rimanere sula banchina in attesa di miglior fortuna.


Nel frattempo l'odissea del 7.15 Abbiategrasso-Milano Porta Genova è proseguita con l'ennesimo colpo di scena: il capotreno ha avvisato a voce i pendolari stipati nelle quattro carrozze, con un rapido giro effettuato facendosi largo tra di loro e portandosi a casa anche una discreta dose di insulti, che quel treno a Porta Genova non ci sarebbe in realtà mai arrivato: «Farà capolinea alla stazione di San Cristoforo», ha detto per lo sconforto dei presenti.


Marco Aziani ("Ordine e Libertà" - ogni venerdì nelle edicole)



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net