Banner

È morto Antonio Baj, fotografo appassionato ed estroso e uomo innamorato di Abbiategrasso: martedì pomeriggio il funerale

http://www.bianews.it/img/Gaaaantonio baj ok.jpg



Articolo del: 16/12/2019 07:58:16

Si è spento sul far della sera di sabato scorso, 14 dicembre, presso l'Istituto Golgi, dove era ricoverato ormai da quasi sei anni, un uomo che ha voluto visceralmente bene alla città di Abbiategrasso, dove era venuto ad abitare in tenera età e dove ha trascorso poi tutta la sua vita che lo ha portato alla soglia degli 86 anni che avrebbe dovuto compiere il prossimo 3 febbraio: Antonio Baj.


Il triste annuncio è dato alla cittadinanza dai tre figli Paolo, Michele e Andrea con le rispettive mogli e i figli. amatissimi da nonno Antonio, anche a nome di «tutte le persone che gli hanno voluto bene». 


Anche il giornale "LIbertà" si unisce a costoro nell'ideale abbraccio che accompagna Antonio Baj nell'ultimo viaggio, augurandogli la pace senza fine in un mondo dove il suo occhio vispo ed il suo estro mai domo possano cogliere al volo, come ha sempre amato fare situ questa terra, le più belle immagini che mai gli sia potuto capitare di catturare.


Antonio Baj per il nostro giornale e non solo è stato infatti, soprattutto, un fotografo, naturalmente fin dai tempi delle pellicole in bianco e nero, sviluppate e stampate in proprio, da lui predilette anche con l'avvento del colore e poi del digitale, che ha segnato in pratica da parte sua l'abbandono della scena e il simbolico "appendere la macchina fotografica al chiodo".


Dopo di allora, cessata la formale collaborazione con la LIbertà alla fine degli Anni Ottanta, Antonio Baj divenne l'autore assiduo di una gran quantità di lettere al nostro e ad altri giornali locali con le quali era sempre pronto a "denunciare" ingiustizie ai danni della parte fragile della popolazione o a segnalare, talora con veemenza, le pecche dell'amministrazione comunale di turno e i problemi della città che tanto ha sempre amato.


All'Istituto Golgi ha purtroppo finito i suoi giorni in conseguenza di un brutto incidente del quale rimase vittima proprio nel mese di febbraio del 2014, mentre a piedi percorreva viale Serafino Dell'Uomo nei pressi dell'incrocio con via Correnti: il trauma dell'investimento fu superato in un paio di mesi, ma poi subentrarono complicazioni d'altro genere che implicarono per lui il ricovero, divenuto permanente. 


Il funerale di Antonio Baj sarà celebrato nel pomeriggio di domani, martedì 17 dicembre, alle 15 direttamente nella basilica di Santa Maria Nuova; questa sera alle 20.30 verrà invece recitato in suo suffragio il Rosario presso la camera mortuaria dell'Istituto Golgi, dove riposa attualmente. Per sempre vivrà il ricordo di un uomo dal carattere forte e a tratti volubile, capace di passare in un lampo dall'estrema gentilezza e dal sorriso accogliente, suo tratto prevalente, alla battuta brusca e allo sguardo in grado di incenerire il malcapitato di turno. Così gli abbiamo voluto bene pure noi del giornale, e gliene vorremo nei secoli del secoli.


Marco Aziani ("Ordine e Libertà") - servizio sull'edizione da venerdì 20 dicembre nelle edicole 



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net