Banner

Altri 6 contagiati e una nuova vittima del virus: Abbiategrasso fuori controllo, Nai supplica i cittadini di collaborare per evitare la diffusione a tappeto: «A casa e attenti ai comportamenti!». Un vademecum.

http://www.bianews.it/img/Gaiptrotocolli.jpg



Articolo del: 22/03/2020 20:29:03

È un bollettino di guerra. Quello che Cesare Nai, sindaco di Abbiategrasso, solo otto giorni fa confermava di non avere intenzione di fare, ovvero l’aggiornamento quotidiano sulla situazione dell’infezione da coronavirus a livello locale, ecco che si ritrova costretto a farlo davvero pe la crescita esponenziale che la dififusione del morbo sa avendo nella nostra città.


«Cari abbiatensi - ha scritto poco fa il sindaco - anche oggi, con grande tristezza, devo comunicarvi il decesso di un altro nostro concittadino.E' la quinta persona venuta a mancare a seguito del contagio. Esprimo, a nome di tutta la nostra comunità, le più sentite condoglianze alla sua famiglia e ai suoi cari. Inoltre, oggi, le autorità sanitarie mi hanno comunicato 6 nuovi casi di positività di nostri concittadini per un totale di 47».


Come possiamo vedere, l’emergenza continua nella sua enorme gravità. Di conseguenza,  il tono di allarme e insieme di supplica del nostro primo cittadino, con il quale in questo momento dobbiamo sentirci tutti uniti al di là di qualsiasi ragione politica o ideologica, perché rappresenta il simbolo e il riferimento di una comunità ce sta davvero rischiando grosso: «L’infezione non si ferma!!! - ha esclamato il sindaco Nai nel suo scritto - E così facendo richiama...


... ciascuno di noi ad un forte senso di responsabilità e a fare ancora di più  per rispetto di noi stessi e degli altri».


Fino all’esortazione finale, l’invito che è quasi una preghiera affinché ciascuno si senta davvero, nei fatti, parte di questa comunità: «Coraggio abbiatensi! - ha aggiunto Nai - Mettiamocela tutta!  Ognuno di noi faccia la propria parte. Restiamo a casa e adottiamo tutte le precauzioni consigliate nella maniera più scrupolosa possibile».


Sotto questo punto di vista, l’impresisone è che si sia anche troppo poco informati e pronti mentalmente a renderci conto di quante e quali siano le insidie e i  tranelli che il coronarvirus ci tende per contagiarci. Da qualche giorno circola in rete un interessantissimo e completo vademecum che andrebbe davvero affisso sulla porta di ogni casa, affinché chi ci abita o chi ci fa ritorno dopo essere dovuto uscire per ragioni di lavoro o di estrema necessità possa studiarselo ben bene e imparare a metterlo in pratica punto per punto.


Ve li proponiamo nell’immagine che pubblichiamo e li postiamo sulla nostra pagina Facebook insieme al presente resoconto.


Marco Aziani (“Ordine e Libertà”) - servizio sull’edizione da venerdì 27 marzo nelle edicole



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net