Banner

Saldi anticipati di una settimana, al via da sabato 25 luglio. A Milano Confcommercio esulta. Ad Abbiategrasso come andrà?

http://www.bianews.it/img/Gassaldi.jpg



Articolo del: 24/07/2020 10:49:40

È domani il giorno del via ai saldi che in precedenza era stato annunciato, da gran tempo, per il sabato 1 agosto. Invece no: l’inizio dei saldi in Lombardia è stato anticipato a sabato 25 luglio in conseguenza della delibera approvata mercoledì dalla Giunta regionale su proposta dell’assessore allo Sviluppo economico, Alessandro Mattinzoli.
Esulta Confcommercio attraverso la voce del presidente della rete associativa vie di Confcommercio Milano, Gabriel Meghnagi: «E’ un risultato importante in un momento di grande difficoltà, la nostra voce è stata ascoltata», ha commentato. Naturalmente il riferimento però è a Milano, la cui condizione è ben diversa oggi da quella della provincia e della nostra Abbiategrasso.
«I saldi – afferma Meghnagi – danno al consumatore una reale aspettativa di sconto e possono riattivare, in un momento cruciale della stagione – non certo in un agosto senza turisti e con buona parte dei milanesi in vacanza – quel rito dello shopping che oggi, a Milano e alle sue vie commerciali, manca fortemente».
Anche Carlo Massoletti, vicepresidente di Confcommercio Lombardia, sprizza ottimismo e soddisfazione: «L’anticipo della data di inizio dei saldi estivi offre un’opportunità in più per negozi e imprese lombarde. Il commercio risente ancora in maniera molto negativa del lockdown e i numeri sin qui, purtroppo, lo dimostrano: la situazione di emergenza  ha determinato la perdita di mesi di vendite e tuttora la stagione si presenta fortemente depressa dal punto di vista commerciale».
Anche in questo caso, ovviamente, riflettori puntati soprattutto sulla condizione del capoluogo: «Stiamo assistendo ad un progressivo spopolamento con dei picchi di difficoltà soprattutto nei grandi centri. L’assenza di turisti business e leisure, le chiusure di scuole ed università, la perdurante diffusione dello smart working in molte attività stanno provocando un calo preoccupante, mai riscontrato, di frequentazione nelle vie dei centri urbani. È vitale quindi stimolare i consumi e un fine settimana di saldi in più, a questo punto, può offrire una piccola boccata di ossigeno per tanti operatori».
Che ce ne sia assoluto bisogno è quanto ribadisce il portavoce di Confcommercio, dati alla mano: «L’andamento dei consumi di luglio, nei negozi della moda già gravemente provati dal lungo lockdown per il Covid, è finora largamente deficitario con perdite rispetto al 2019 attorno all’80%. I saldi possono contribuire a rimettere in moto un meccanismo inceppato».
E per quanto concerne Abbiategrasso la situazione com’è? Se infatti in linea generale non v’è dubbio che ci sia stato un azzeramento delle vendite in corrispondenza del lockdown che ha di fatto cancellato la stagione di mezzo, è plausibile che con l’avvio della fase 2, da maggio, le cose siano andate un po’ meglio rispetto alla metropoli completamente svuotata. Qui anzi, per contro, dovrebbe essere circolata più gente proprio per effetto dello smart working ancora molto diffuso tra coloro che lavorano appunto a Milano.
La decisione a sorpresa della giunta regionale, peraltro, ne ha anche presi alcuni in contropiede: avevano programmato ferie anticipate per essere assolutamente presenti dall’1 agosto per tutto il mese, ed ecco che ora si ritrovano a dover cambiare programma all’improvviso.
Quale sia comunque l’aspettativa e l’umore dei commercianti abbiatensi lo misureremo oggi stesso andando a interpellarne alcuni durante la consueta diretta Facebook delle 18: seguiteci sulla nostra pagina e commentate, se volete.
Marco Aziani (“Ordine e Libertà”) - servizio sull’edizione da venerdì 31 luglio nelle edicole



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net