Banner

Via Cantù ore 12 e seguenti, la sosta selvaggia è servita. La rabbia di Elena, che ogni giorno ci deve passare con il papà sulla carrozzina

http://www.bianews.it/img/Galcan.jpg



Articolo del: 09/10/2020 17:17:45

«Tutti i santi giorni da mezzogiorno in avanti la situazione del cosiddetto marciapiedi a raso di via Cantù è quella che potete vedere nella fotografia che allego. È una cosa vergognosa, nessuno se ne occupa e logicamente quelli che sono soliti lasciare l’auto in sosta vietata, vedendo che non c’è intervento da parte delle forze dell’ordine si fa l’idea che ce ne si possa approfittare, e questo è il risultato!».


È arrabbiatissima Elena Fugazzi, commerciante del centro storico dove, all’angolo tra corso Italia e la stessa via Cantù, ha sede la nota e apprezzata oreficeria di famiglia: «Fate pure il mio nome e diffondete le foto che vi mando, perché documentano la situazione paradossale con la quale ci troviamo a dover fare i conti tutte le volte che abbiamo necessità di passare di qui!».


Parla al plurale, Elena, perché si riferisce al fatto che l’uomo ritratto di spalle e seduto sula carrozzina è suo papà, Salvatore Fugazzi, tuttora titolare del negozio. E la cui condizione e necessità, per spostamenti che non siano di pochi passi, di servirsi appunto della carrozzina, lo mette nella sradevolissima e profondamente ingiusta condizione di dover “cedere il passo” alle macchine in divieto di sosta, obbligato a spostarsi al centro della strada con i conseguenti rischi personali ed eventuali intralci al traffico.


Abbiamo prontamente segnalato il caso sia all’Assessorato alla Polizia locale (dal quale è partito l’input agli agenti che, terminato il servizio all’uscita delle scuole, sono stati inviati sul posto per gli opportuni provvedimenti), sia al sindaco Nai (titolare della delega alla Viabilità). Il sindaco ha risposto alla segnalazione, annunciando che a breve (se possibile già la settimana entrante) intende convocare una riunione specifica per assumere decisioni e per mettere in campo strategie concrete per arginare il fenomeno della “sosta selvaggia” che affligge soprattutto il centro storico e sempre più spesso anche le zone limitrofe e le periferie.


Marco Aziani (“Ordine e Libertà”) - servizio sull’edizione da venerdì 16 ottobre nelle edicole



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net