Banner

Sosta vietata, un altro SOS da via Cantù. Ma non è che la punta dell'iceberg. Sindaco, la sua riunione?

http://www.bianews.it/img/Galsoscant.jpg



Articolo del: 21/10/2020 08:06:44

Viabilità e sosta nel centro storico di Abbiategrasso, il sindaco Cesare Nai (titolare anche della specifica delega sul tema) prende ancora tempo e dice di voler studiare eventuali soluzioni o proposte ricavandole dalle pieghe dell’ultimo DPCM del 18 ottobre e delle ulteriori restrizioni della delibera emanata da Regione Lombardia il giorno successivo, lunedì 19 ottobre, che prevede tra l’altro il coprifuoco serale e notturno a partire da domani, giovedì 22 ottobre, tutti i giorni dalle 23 alle 5 del mattino seguente.


Ieri intanto, martedì 20 ottobre, l’ennesima segnalazione di cittadini residenti e di utenti “fragili” della strada (nelle fattispecie pedoni e in qualche caso anche con una carrozzina da spingere) è arrivata alla redazione del nostro giornale “Ordine e Libertà” da via Costantino Cantù. Di fronte all’ingresso di Galleria Europa, al cui marciapiedi privato e rialzai si può accedere attraverso uno scivolo a norma di disabile, ci sono permanentemente automezzi in sosta vietata. Quel che è peggio è che occupano essi stessi il marciapiedi a raso che costeggia il lato sinistro della via che collega corso Italia e i portici di piazza Marconi a piazza Castello.


«Dopo la protesta di Elena Fugazzi - racconta un’altra negoziante della via - il solo risultato ottenuto è stato che il furgone appartenente ai titolari di un’attività affacciata sulla via proprio all’altezza della Galleria Europa, che è permanentemente parcheggiato su quel tratto di marciapiedi, sia arretrato di qualche metro per consentire se non altro l’accesso allo scivolo della Galleria stessa per chi proviene dal corso. Ma naturalmente il risultato è che spesso e volentieri ci pensano altri automobilisti, vedendo quel furgone parcheggiato in quella posizione, a fare altrettanto formando la fila di macchine in sosta vietata. Di tanto in tanto passa una pattuglia della Polizia locale: la situazione si regolarizza per dieci minuti, ma all’allontanarsi degli agenti tutto torna come prima…».


Una situazione inaccettabile che è solo la punta di un iceberg: lo stesso problema della sosta selvaggia è presente costantemente in corso Matteotti, in piazza Castello, in corso Italia, in corso San Pietro, in corso XX Settembre, in via Pavia, in via Palestro, senza contare tutte le strade della periferia nord intorno a via Ginibissa e a via Legnano.


Per quanto concerne poi specificamente corso Italia, resta da risolvere la vicenda del traffico intenso di ogni martedì e venerdì mattina dovuto in particolare all’effetto della chiusura di corso San Martino causa mercato, e comunque più in genere quello dell’inopportuno e pericoloso doppio senso di marcia tra viale Manzoni e il bivio via San Carlo-via Misericordia.
Dall’angolo di quest’ultima con corso Italia, i titolari del bar caffetteria e vineria “El Tabaché” sollecitano da tempo almeno l’estensione della ZTL alle mattine di mercato e al venerdì sera dalle 18 (anziché dalle 21) per poter sfruttare al pari di tutti gli altri colleghi del centro lo spazio adiacente il locale con tavoli all’aperto, oggi più che mai necessari per non essere troppo penalizzati dalle restrizioni in tema di Covid-19.


Una questione sulla quale, insieme alle altre qui illustrate, il sindaco Nai si era impegnato ormai due settimane fa a convocare una riunione che portasse a qualche decisione concreta. Ma per ìi momento tutto è ancora fermo alle buone intenzioni (e speriamo che siano buone davvero, come richiama anche Fiab Abbiateinbici solidarizzando con l’appello-sfogo di Elena Fugazzi e auspicando che, in tema di modifiche alla viabilità e alla sosta in centro, questa possa finalmente essere la volta buona).
Marco Aziani (“Ordine e Libertà”) - servizio sull’edizione da venerdì 23 ottobre nelle edicole



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net