Banner

Milano-Mortara, altra giornata in salita: due treni cancellati per atti vandalici, uno in ritardo, distanziamento ciao...

http://www.bianews.it/img/Gsultre.jpg



Articolo del: 17/11/2020 07:49:48

Più di ieri, meno di domani. Non è la frase scritta sul biglietto che si scambiano romanticamente due innamorati come promessa di un bene che può essere destinato, in cuor loro, solo a crescere. È piuttosto, in questo caso, lo slogan che andrebbe fatto adottare a Trenord con riferimento sottinteso ai disagi patiti dai pendolari della linea Milano-Mortara e del tratto di Suburbana 9 Albairate-Saronno che ne costituisce la parte nobile, dotata del lusso del doppio binario.


Peccato che i guai si presentino quasi sempre all'origine della linea, ovvero a Mortara e in alcuni casi anche ad Alessandria. Già ieri mattina, lunedì 16 novembre, il treno delle 6.55 da Abbiategrasso per Milano Porta Genova si era perso nella nebbia (che peraltro è ben più fitta oggi...) e da qui non è mai transitato, senza spiagazioni perché perfino il sito internet di Trenord era in panne a quell'ora. Risultato, tutti sul 7.15, con tanti saluti al distanziamento anti Covid (come dimostra la foto che pubblichiamo).


Questa mattina, martedì 17, pegggio che peggio. Prima comunicazione alle 6.08: «Un atto vandalico contro il treno 10502 (Alessandria 5.11 - Milano Porta Genova 6.41) ha reso necessaria una sostituzione del treno previsto per permettere ai tecnici du svolgere un intervento di manutenzione; il treno sta viggiando con 13 minuti di ritardo». Già in preceenza, alle 6, si era saputo che «la corsa 10508 (Mortara 7.23 Milano Porta Genova 8.13) oggi non sarà effettuata per un interventio di manutenzione straordinaria al convoglio in eposito»...


Seconda comunicazione alle 6.23: «Un atto vandalico compiuto contro il treno 10506 (Alessandria 6.09 Milano Porta Genova 7.41) ha reso necessaria la sostituizione del treno, che non è ancora partito dalla stazione di Alessandria», consuccessivo aggiornamento alle 6.39: «L'atto vandalico ha causato la cnacellazione della corsa per consentire un interveto di manutenzione in deposito».


Inutile dire l'umore dei pendolari abbiatensi al pari di quelli provenienti (forse...) da Mortara  Vigevano, che dunque questa mattina di treni ne vedono saltare due e devono fare gli scongiuri perché non vi siano ulteriori ripercussioni sui superstiti. Pessimi segnali dimuna situazione allo sbando, sulla quale non si spendono altro che parole vane. Comprese quelle che ripongono ogni speranza di riscatto della linea nel suo raddoppio, che nei piani di Rfi si è saputo non essere nemmeno contemplato almeno fino a fine 2024.


Marco Aziani ("Ordine e Libertà") - servizio sull'edizione da venerdì 20 novembre nelle edicole



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net